9 mestieri facili per principianti del ricamo

Perché ricamare

Il ricamo ha più di un vantaggio:

  • Economico

Non c’è bisogno di spendere una fortuna nel ricamo. Grazie ai kit offerti a prezzi accessibili, è possibile fare dei bei regali fatti in casa e completamente personalizzati.

  • Creativo e originale

Questa arte permette di dare sfogo alla propria immaginazione utilizzando accessori facili da trovare.

Tuttavia, per riuscire in un bel ricamo, è importante sceglierli con cura, soprattutto il filo e il tessuto. Poi diventa facile fare ricami su tende, cuscini, tele, tovaglie o cornici.

  • Relaxing

I benefici dell’artigianato, incluso il ricamo, sono molti. Infatti, fare un’opera d’arte con le proprie mani promuove l’equilibrio interiore e il benessere. Il ricamo è anche apprezzato per le sue proprietà calmanti. Dopo una dura giornata di lavoro, cosa c’è di meglio che rilassarsi sul divano a ricamare?

Ricamo: in cosa consiste?

Il ricamo è un’arte che consiste nel tirare ago e filo contando i fori nella tela, per comporre un disegno preciso e regolare. A seconda della tecnica scelta, è possibile ottenere un disegno o anche una parola. Il ricamo permette di aggiungere stile a un supporto di base o di trasformare un semplice tessuto in una vera opera d’arte. Per una personalizzazione originale, è spesso comune aggiungere fili, perline o altri accessori di fantasia.

I diversi stili di ricamo

Il ricamo si presenta in diverse forme. Tuttavia, i più comuni sono il ricamo tradizionale e il punto croce:

  • Ricamo tradizionale

Alcune volte facile, il ricamo tradizionale comporta solo pochi passi. Inizialmente, consiste nel disegnare attraverso i fili modelli su un tessuto. L’operazione consiste poi nel seguire i diversi punti per formare la grafica desiderata. È possibile riprodurre un modello o crearlo per ottenere una creazione originale.

  • Il punto croce

Il punto croce comporta un sistema a griglia. Questo contiene un disegno composto da punti regolari. Questi devono essere riprodotti seguendo lo stesso schema di una tela con un motivo a griglia.

Oggi, il commercio offre kit per il ricamo che contengono l’essenziale per il lavoro come l’ago, la tela, il telaio da ricamo, lo schema o il modello, il filo così come le varie istruzioni.

Il ricamo può anche essere fatto in due modi:

  • Ricamare in un solo movimento

Questa prima tecnica implica infilare l’ago e poi tirarlo fuori in un solo movimento. Si tratta di spingere l’ago per trovarlo un po’ più in basso nella parte anteriore del tessuto. Questo tipo di ricamo non richiede un tamburo da ricamo, ed è per questo che è così facile da fare.

  • Ricamo a due movimenti

Il ricamo a due movimenti coinvolge il tamburo. Come il nome implica, consiste in due colpi separati:

  • Puntate l’ago sul davanti del tessuto;
  • Puntate ancora un po’ per far uscire il retro del tessuto.

Questo metodo ti permette di ottenere un lavoro preciso.

Focus sui punti lineari

I punti lineari ti permettono di ottenere linee che seguono i contorni di un disegno. Possono anche essere ricamati per aggiungere spessore e volume alla linea. I più usati sono:

  • Il punto indietro, chiamato anche punto, che consiste nel fare linee dritte o curve;
  • Il punto davanti o punto dritto per unire due pezzi di tessuto o per fare arricciature;
  • Il punto catenella usato per ricamare linee spesse per riempire una superficie tra gli altri;
  • Il punto grébiche per abbellire una cucitura o cucire appliqués ;
  • Il punto spina o punto di bordo che dà una resa floreale a un lavoro mettendo in evidenza i rami sottili;
  • Il punto gambo o punto d’appoggio, utile per disegnare linee o definire i contorni;
  • Il punto pantofola o punto croce decorativo usato per disegnare una linea a zig zag per abbellire una cucitura o un bordo;
  • Il punto cretese che offre diverse possibilità attraverso un gioco di altezza o spaziatura delle linee di riferimento.

Il materiale di base

Per iniziare bene nel ricamo, è importante essere dotati del materiale giusto:

  • Il filo da ricamo

La qualità del filo è essenziale, perché influenza il risultato finale. Così, si possono usare diverse misure di filo a seconda dello spessore richiesto. Il più comune è il filo da ricamo DMC.

  • Tela di lino

Se il ricamo su una maglietta è possibile, l’ideale è iniziare su una tela non elastica, né troppo spessa né troppo sottile. La tela di lino è un buon compromesso.

  • Aghi

Per iniziare con un punto croce, usa l’ago a punta tonda. Le versioni più nitide sono raccomandate su una tela di lino.

  • Il tamburo

Il tamburo è uno dei must per ottenere un bel ricamo. È disponibile in tutte le dimensioni, forme e materiali.

  • Un pennarello cancellabile

Usato per disegnare i disegni, questo accessorio è comunque opzionale. Preferite le versioni lavabili con acqua in modo che i segni possano essere facilmente rimossi una volta finito il lavoro.

Creazioni facili per iniziare a ricamare

Una volta che hai acquisito le tecniche, puoi iniziare alcune creazioni:

  • Ricamare dei guanti da regalare
  • Ricamare dei boxer
  • Ricamare una camicia di jeans con dei denti di leone;
  • Ricamare due fazzoletti per fare un centrino;
  • Ricamare un fazzoletto con monogramma ricamato a righe;
  • Ricama i suoi tovaglioli;
  • Ricama le tovagliette;
  • Cuscini di lana ricamati con paillettes e perline;
  • Una tovaglietta ricamata con una piuma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *