Archivi

Nel quadro del mio Master in audiovisivi e media digitali, avevo un progetto di sonda culturale da realizzare. La sonda culturale o “cultural probes” per gli anglofoni, cos’è?

È un kit “fatto a mano” da una struttura e dato agli utenti di un prodotto per capire i loro usi, abitudini, comportamenti, pensieri, speranze, paure… Il kit è orientato in modo creativo e comprende diversi oggetti che incoraggiano l’utente a eseguire diversi piccoli esercizi ludici regolari (fare foto, rispondere a domande, disegnare ecc…). L’obiettivo delle sonde culturali è quello di avvicinarsi alle persone, di prendere in considerazione le emozioni negli oggetti digitali e multimediali che a volte sono troppo tecnologici e poco ergonomici. Ci permettono di immaginare nuove soluzioni per integrare i comportamenti degli utenti nei progetti in modo che siano più coerenti e significativi.

Per esempio: possiamo trovare macchine fotografiche usa e getta con un’istruzione per ogni foto (per esempio: giorno 1: fai una foto alla tua colazione, giorno 2: fai una foto a un posto dove ti senti sicuro…). Possiamo trovare diari dove dobbiamo scarabocchiare disegni che riassumono le nostre giornate, o rispondere a domande che prendono in considerazione emozioni e sentimenti per esempio: quale luogo ti ispira gioia? rabbia?…)

Il tema che ci è stato dato riguarda l’esperienza del risveglio nei giovani. Come capire le abitudini e le emozioni legate al risveglio per reinventare questo momento spesso sgradevole della giornata.

La mia sonda culturale prende la forma di un cuscino perché ho dedotto che è il primo oggetto con cui interagiamo al risveglio sia per tornare a dormire che per uscirne. Poi, in questo cuscino fatto in casa, ho integrato 5 buste corrispondenti a 5 momenti di veglia analizzati. Ogni busta offre una serie di domande regolari che stabiliscono una piccola routine così come un piccolo esercizio più creativo che è diverso ogni giorno (ad esempio disegnare il sogno che ricordi quando ti svegli, fare un selfie della sveglia, catturare l’odore che ti motiva al mattino…). Guarda tu stesso invece!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *