cactus_poster (Italiano)

Info: Origine: Sud Africa (Little Karoo e regione del Capo meridionale)Habitat: cespugli spinosi. In alcuni luoghi è molto comune, spesso cresce con Euphorbia esculenta ed Euphorbia ferox. Stato di conservazione: elencato nell’appendice 2 della CITES. Etimologia: prende il nome da Euphorbus, medico greco di Giuba II, re di Mauritania. Il nome della specie “mammillaris” significa “avere i capezzoli” o “seni “Descrizione: E. mammillaris è un arbusto dioico a coda corta che produce un denso grappolo. Fusto: spesso di colore verde intenso, eretto, semplice e costolato, che nelle piante coltivate può ramificare in alto, da 1,5 a 6 cm di diametro, altezza in età 20-35 cm. Di solito ci sono molti rami laterali a forma di clava, che iniziano a circa 10 cm e si inarcano verso l’alto. Costole: 7-17, con tubercoli esagonali affollati disposti in file verticali come uno spillo e separati da scanalature orizzontali. Spine: occasionalmente presenti e sparse, spesse, smussate e biancastre, lunghe fino a 1 cm. Le “spine” sono i peduncoli solitari sterili. Foglie: piccole, effimere. Fiore: produce un ciato giallo solitario all’estremità di ogni stelo. Peduncolo lungo ± 2 mm con diverse brattee lunghe fino a 3 mm. Le ghiandole nettarifere sono ellittiche, separate, giallo-verde alla purificazione.Stagione di fioritura: da fine inverno a inizio estate. Frutto: lobato ottuso, fino a 6 mm di diametro, subsessile. Semi: ovoidali, 3×2 mm, lisci.Forma variegata: una forma varia e variegata si trova spesso, è facilmente riconoscibile per il suo gambo che è di un sottile colore verde crema-giallo, spruzzato di verde smeraldo. A temperature più fredde, gli steli diventano di un rosa delicato. Fiori: rosso e arancione L’Euphorbia fimbriata è simile all’Euphorbia mammillaris ma ha tuberi conici sul fusto. Coltivazione: Questa è una specie facile da coltivare che è adatta a qualsiasi terreno ben drenato in pieno sole. Ma le giovani piante sono felici di crescere all’interno, dove possono facilmente raggiungere il soffitto. Date alla pianta un terreno di coltura arioso che consiste principalmente di materiali non organici come argilla, pomice, sabbia lavica e solo una piccola quantità di torba o muffa di foglie. Annaffiare regolarmente durante la stagione di crescita attiva da marzo a settembre. Non si dovrebbe mai permettere all’acqua di sostare intorno alle radici. Resta quasi completamente asciutto in inverno. È una crescita moderatamente veloce, e diventerà rapidamente grandi paesaggi in soli 3 a 5 anni. L’unico inconveniente è il vento forte, le colonne spesso si staccano l’una dall’altra, causando cicatrici permanenti … meglio piantare in un luogo dove i venti non sono un grosso problema. Se la pianta diventa molto rossa, è un segno che le radici non si sono sviluppate correttamente. È una pianta a crescita rapida e a vita relativamente breve e, una volta stabilita, si accontenterà della sua posizione e del suo terreno per anni. Può tollerare l’ombra moderata, e una pianta che è cresciuta all’ombra dovrebbe essere indurita lentamente prima di metterla in pieno sole, poiché la pianta sarà gravemente bruciata se spostata troppo bruscamente dall’ombra al sole. Come piccoli vasi, ricrescono in inverno molto tardi, all’inizio della primavera. Può essere potato per la forma e la ramificazione. Tenero al gelo, solo nelle zone libere dal gelo. Piantagione: Incline agli insetti malsani e raramente alle cocciniglie.Propagazione: È facile propagarsi per talea in tarda primavera-estate, basta tagliare la pianta, lasciarla asciugare per 1 o 2 settimane e riempire il terreno (preferibilmente asciutto, solitario, estremamente ben drenante).Attenzione: Tutte le euforbie contengono una linfa bianca che può irritare gli occhi e le mucose. Se si entra in contatto con questa linfa bianca, assicurarsi di non toccare il viso o gli occhi prima di lavarsi le mani con acqua e sapone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *