Centro di crisi psichiatrica


Centro di crisi (U71)

Questo centro di terapia breve, una modalità originale per rispondere alle situazioni di crisi, è all’avanguardia delle nuove forme di approccio ai disturbi psicologici. Offre nuove prospettive nel trattamento dei disturbi di adattamento, dei disturbi d’ansia reazionari e delle difficoltà di vita. Questo ha contribuito a ridurre il numero e la durata dei ricoveri, e a orientare più efficacemente i pazienti presi in carico nel settore ambulatoriale.

Per chi è questo ricovero breve?

A qualsiasi persona che ha bisogno di un aiuto urgente e breve (5 giorni al massimo) per aiutarla a trovare nuove facoltà di adattamento alle difficoltà incontrate nel suo funzionamento quotidiano:

  • Problemi relazionali
  • Problemi di coppia
  • Conflitti familiari
  • Lutto
  • Stress professionale
  • Pressione reattiva Reazionario
  • Ansia
  • Stress acuto
  • Problema di ricaduta breve o recente nelle dipendenze
  • Problemi adolescenziali

Perché?

Orientare le difficoltà, le aspettative del paziente e organizzare le possibilità di cure ambulatoriali (consultazioni interne e/o esterne).

Come?

Con una cura intensiva quotidiana da parte di un team multidisciplinare (psichiatra, psicologo, infermiere psichiatrico), un assistente sociale, a seconda del contesto e case-manager che assicurano il follow-up del percorso di cura esterno.

Gli obiettivi:

Stabilire collegamenti tra la sofferenza del paziente e le situazioni conflittuali interne e/o esterne che sta affrontando.
Trovare soluzioni per risolvere le difficoltà relazionali che sta vivendo.
Proporre un follow-up ambulatoriale in collaborazione con la rete terapeutica esistente o da proporre:

  • Follow-up presso l’Unità di Crisi
  • Consulenze presso l’Ospedale Universitario Brugmann
  • Centri di Salute Mentale
  • Centri di Aiuto Psicosociale
  • “Paul Sivadon”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *