Come connettersi con un reclutatore su LinkedIn

Avvicinarsi ai reclutatori professionisti su LinkedIn è un’arte! È usando i consigli giusti che si può catturare e poi mantenere l’interesse dei reclutatori.
Sappiamo tutti che una delle prime impressioni quando si incontra un reclutatore di persona è una buona stretta di mano. Quindi, pensate al vostro primo messaggio LinkedIn come alla vostra stretta di mano digitale!
I cercatori di lavoro si intrufolano regolarmente nelle caselle di posta LinkedIn dei reclutatori in modo spontaneo, tagliando e incollando lo stesso messaggio. Sappiate che la creazione di una comunicazione efficace e personalizzata aumenterà le vostre possibilità di essere notati, soprattutto se il vostro messaggio è ben scritto. Il tuo messaggio dovrebbe comunicare fiducia e simpatia. In breve, questi sono i tipi di attributi che faranno sì che un reclutatore vi risponda piuttosto che ignorarvi. Confronta questo con una buona stretta di mano ferma di persona.
Tenete a mente questi consigli quando contattate i reclutatori su LinkedIn.
1. Usa la funzione di ricerca avanzata
Prima di tutto, devi trovare la persona giusta, giusto? Se hai fatto domanda per una posizione tramite il sito web di un’agenzia di reclutamento e vuoi seguire il reclutatore, o se stai cercando di connetterti con un impiegato delle Risorse Umane dell’azienda a cui hai fatto domanda, la funzione di ricerca avanzata ti aiuterà a trovare la persona giusta. Usa il campo di ricerca per inserire le parole chiave della descrizione del lavoro e il nome della società; dovrebbe iniziare a popolarsi.
2. Investire in InMail
InMail è un modo efficace per chi cerca lavoro di distinguersi permettendoti di inviare messaggi direttamente a un responsabile delle assunzioni o a un reclutatore, senza essere limitato dal numero di parole. Quindi, anche se sei diretto e conciso, usare questo servizio può essere molto vantaggioso.
3. Personalizza il tuo messaggio
È inviando messaggi di massa che rischi di avere il tuo messaggio cancellato. Puoi usare modelli che già esistono per la struttura del tuo messaggio, ma ricorda che i dettagli devono essere unici. Quindi, proprio come l’adattamento del tuo curriculum fatto ogni volta che ti candidi, prendi lo stesso approccio quando mandi i tuoi messaggi. “Devi includere informazioni specifiche sulla tua storia lavorativa che mostrino perché sei il più adatto per la posizione. Non date mai l’impressione di un mailing di massa”, consiglia Charles Liikson, reclutatore tecnico alla Procom.
È tua responsabilità dimostrare il valore che puoi portare a un’organizzazione. Ed è compito del datore di lavoro trovare una soluzione ad un bisogno specifico. Quindi devi posizionarti come un risolutore di problemi. Charles è d’accordo: “Uno dei messaggi più inefficaci che ricevo è quando un candidato mi chiede di trovargli un lavoro e non ha nemmeno incluso la sua esperienza lavorativa, disponibilità, competenze, ecc. “. Ricordatevi sempre di chiedere a voi stessi, come farete a soddisfare le esigenze di un’azienda? Allega il tuo CV!
A volte anche la cosa più ovvia viene ignorata. Anche se hai fatto domanda tramite un sito web e un follow-up, allega sempre il tuo CV. Risparmiare tempo è efficiente e l’efficienza è apprezzata!
5. Sii chiaro, conciso e specifico!
Se vi siete già incontrati a un evento o a un colloquio, aggiungi dettagli specifici sulla vostra interazione, poiché i reclutatori ricevono centinaia di e-mail e possono condurre tonnellate di interviste in un solo giorno. È anche importante ricordare che un messaggio su LinkedIn non è un’opportunità per inviare la tua lettera di presentazione. Quindi evidenzia la tua storia lavorativa e le tue abilità in un paragrafo o meno.

Stai attualmente lavorando con un’agenzia di reclutamento?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *