Come si calcola la grandezza di una folla?

Quante persone sono scese in piazza a Montreal ieri per manifestare contro gli aumenti delle tasse scolastiche – 100.000, 200.000? Gli editori non sono d’accordo. Mentre Le Devoir ha titolato questa mattina “200.000 volte “ascoltateci!””, La Presse ha scelto “100.000 NO!”

Seconda versione

Quante persone sono scese ieri nelle strade di Montreal per manifestare contro l’aumento delle tasse? 100.000, 200.000? Gli editori non sono d’accordo. Mentre Le Devoir ha titolato questa mattina “200.000 volte “ascoltateci!””, La Presse ha scelto “100.000 NO!”

Mentre a Montreal il dipartimento di polizia (SPVM) non rilascia più stime della folla da qualche anno, altrove, tra i dipartimenti di polizia e gli organizzatori, i numeri divergono spesso in modo colossale. Chi sta dicendo la verità? Come contano? Un metodo è quello di misurare la metratura della marcia e moltiplicarla per il numero di manifestanti per piede quadrato. Un altro chiede invece di contare il numero di manifestanti in una singola fila della marcia, poi, contare il numero di file che marciano e moltiplicare il numero risultante per il numero di manifestanti in una fila.

In Francia, dove la copertura delle proteste è legione, l’idea di creare un’entità indipendente per contare i manifestanti è regolarmente proposta. In attesa che diventi realtà, Le Petit Journal di Canal+ ha seguito con umorismo un sindacalista marsigliese specializzato nel conteggio, mentre Le Figaro ha posto la domanda più seriamente a polizia e sindacati:

Per evitare di fare una scelta editoriale tra la valutazione della polizia o quella degli organizzatori, alcune redazioni stanno facendo i loro calcoli. Il San Francisco Chronicle, in particolare, ha provato l’esperimento. Durante una protesta contro la guerra in Iraq del 2003, usando fotografie aeree prese da un elicottero, il giornale ha contato 65.000 manifestanti, mentre gli organizzatori sostenevano di averne radunati 200.000.

Altri media outlets usano compagnie specializzate nel conteggio della folla, come Lynce-ExactCrowd. Questa azienda spagnola utilizza un software che conta i manifestanti uno per uno a partire da fotografie aeree. Si arriva sistematicamente a dati che sono molto lontani da quelli degli organizzatori. Durante una manifestazione a Parigi lo scorso autunno, per esempio, ha contato 80.330 manifestanti, mentre erano 330.000 secondo gli organizzatori e 89.000 secondo la polizia.

Per il fondatore e direttore di Lynce-ExactCrowd, Juan-Manuel Gutierrez, i suoi metodi scientifici impediscono ai media di cadere nella trappola politica. “Come scienziato, ciò che mi interessa non sono i motivi di una protesta, il suo successo o fallimento. È il numero effettivo dei partecipanti”, dice a France-Soir.

Quindi quanti erano ieri? Contiamo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *