Cordyceps sinensis

Ricerca e benefici

benefici del cordyceps sinensis

Stimolazione sessuale

In Cina, il cordyceps sinensis è stato usato per molto tempo, principalmente per le sue proprietà benefiche sulla sessualità e la libido. Infatti, diversi studi sono stati condotti in Asia su questo possibile effetto del fungo del bruco. Gli studi hanno coinvolto centinaia di persone e hanno dimostrato che il cordyceps sinensis può stimolare la funzione sessuale delle persone con una carenza (1). Questo effetto è stato osservato quando sono stati consumati tre grammi di fungo al giorno. Il fungo è quindi efficace sia per gli uomini che per le donne con una mancanza di desiderio sessuale. Per gli uomini che soffrono di impotenza o disfunzione erettile, il cordyceps può anche essere di grande aiuto. Le donne possono usarlo per trattare i disturbi sessuali, come la frigidità, ma anche per ridurre i sintomi legati alla menopausa.

Malattie respiratorie

Anche in Cina, gli scienziati hanno esaminato le indicazioni mediche del fungo, nel corso di molti studi. Hanno mirato a determinare i possibili effetti del fungo ciniglia sulle malattie respiratorie e i loro sintomi. In queste prove, il cordyceps sinensis è stato trovato per ridurre significativamente i sintomi di varie malattie respiratorie, come l’asma e la bronchite cronica (2). Il Cordyceps sinensis aiuta anche a rafforzare il sistema immunitario di fronte alle infezioni e a vari disturbi comuni. Risultati molto promettenti sono stati rilasciati in questo senso nel 2004, durante uno studio condotto durante la riunione annuale della American Physiological Society.

Cordyceps favorisce un uso ottimale dell’ossigeno da parte dell’organismo, e quindi partecipa alla conservazione dei polmoni. In questa stessa logica, aiuta ad alleviare gli attacchi d’asma e mantiene un normale flusso d’aria ai polmoni.

Proteggere i reni, il fegato e i polmoni

Gli effetti benefici del cordyceps sinensis si fanno sentire sugli organi emuntori del corpo umano. Così, questi sono il fegato, i reni e i polmoni. Per molto tempo, questo fungo è stato usato per trattare la maggior parte delle malattie del fegato. Aiuta a prevenire le malattie del fegato come la fibrosi epatica, la steatosi, la cirrosi e l’epatite virale. Il fungo rafforza le funzioni dei polmoni, dei reni e del fegato (3-4). Queste proprietà sono sottolineate dai risultati degli studi in vitro con il cordyceps sinensis.

Il fungo protegge i reni da alcuni farmaci e dai loro effetti tossici (5). Inoltre, stimola la loro funzione, soprattutto nelle persone con insufficienza renale (6). Gli esperti ritengono che questo fungo potrebbe anche ridurre il rischio di complicazioni e di rigetto dopo un trapianto di rene (7-9). Infine, la malattia renale colpisce spesso le persone con il lupus. Questa è una malattia del rene. Combinato con l’artemisinina, il cordyceps potrebbe quindi ridurre la ricorrenza di questa particolare malattia (10).

Stress, depressione e affaticamento

Cordyceps è un fungo noto per i suoi effetti tonificanti sull’energia vitale. Le persone anziane che lo consumano quotidianamente di solito notano un netto miglioramento delle loro capacità fisiche e della loro forma fisica. I medici tradizionali cinesi usano questo fungo per trattare lo stress e la fatica. Il Cordyceps agisce direttamente sui nostri sistemi di difesa naturali e aumenta la nostra vitalità, giorno dopo giorno. Consumando questo fungo, diventiamo più tolleranti alla fatica e ai suoi effetti, così come al superlavoro. Infine, i principi attivi presenti nel cordyceps gli permettono di sostenere un certo equilibrio del nostro sistema nervoso.

In Cina e in Asia, il fungo cordyceps è spesso usato dai medici tradizionali nel trattamento dell’ansia e della depressione. Viene poi utilizzato come integratore alimentare, i cui benefici sono sorprendenti. In questo contesto, aiuta a rafforzare il nostro benessere psicologico e fisico. I suoi principi attivi ci aiutano anche a ritrovare la motivazione e il coraggio per affrontare situazioni difficili.

Un fungo anticancro

Cordyceps sinensis compare spesso nelle liste dei migliori rimedi naturali contro il cancro. Questo perché questo insolito fungo contiene cordycepin. Questo è un ingrediente attivo noto per rallentare la crescita delle cellule cancerose. Così, questo fungo asiatico limita la diffusione delle cellule tumorali nel corpo. D’altra parte, questa sostanza può prevenire l’attaccamento delle cellule tumorali nelle cellule intatte del corpo quando consumata in dosi elevate.

In un certo senso, il fungo bruco aiuta a rallentare il processo canceroso. Questo di solito si manifesta nella distruzione delle cellule, specialmente nella leucemia. Sono in corso ulteriori studi per determinare gli effetti esatti del cordyceps sinensis sul corpo e sul cancro.

Altri benefici del cordyceps sinensis

Cordyceps ha una ricca composizione di vari nutrienti. Tra questi, alcuni sono noti per i loro effetti antiossidanti sul corpo. Danno poi al cordyceps sinensis un potere disintossicante molto potente. Come tale, il fungo promuove l’eliminazione di tossine, rifiuti vari e radicali liberi presenti in eccesso. In questo modo, il cordyceps sinensis promuove il funzionamento ottimale del metabolismo del nostro corpo. Il fungo purifica anche gli organi e fornisce loro i nutrienti essenziali per il loro corretto funzionamento. Inoltre, essendo antiossidante, aiuta a combattere l’invecchiamento delle cellule, e quindi la comparsa delle rughe.

I componenti del cordyceps possono anche rafforzare le capacità fisiche e la resistenza del corpo umano, soprattutto nelle persone anziane, stanche o in convalescenza. Gli atleti lo consumano anche per i suoi effetti benefici sull’ottimizzazione della massa muscolare e sul recupero dopo l’esercizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *