Costumi di Halloween comprati… ma potremo festeggiare?

OMG! Ho comprato due costumi. Abitata dalla frenesia dei costumi, mi sono concessa questa follia autunnale, su uno sfondo ancora estivo. Pura influenza commerciale!

Già a settembre. Presto ottobre. Dobbiamo ammetterlo: Halloween è alle porte… o non arriverà, ingenuo ottimismo? Ho sempre amato questa festa. È un momento per stare con gli amici, non con la famiglia. Si visitano i vicini invece dei cugini. Ti senti un estraneo, con i denti dipinti di zucchero raffinato. Corriamo per le strade, invece di stare seduti a tavola a fare l’ennesimo chinchin lucido. Al diavolo il bel vestito; ci demonizziamo o ci vestiamo con abiti assurdi. C’è leggerezza e creatività in questa festa atipica dove paura e piacere sono strettamente e volontariamente mescolati su uno sfondo di oscurità. Mi piace pensare ad Halloween come l’annuncio dell’arrivo delle minestre calde di novembre, i primi fiocchi di neve di dicembre.

In breve, quando ho visto l’opportunità, al negozio, di vestire la mia puledra come una mini coccinella, per il suo primissimo Halloween, non mi sono fatta 1000 domande. Nel cestino!

Ma eccomi di nuovo a casa, preso dalla razionalità. L’emozione ha lasciato il posto alle domande. Mi sto preparando per l’ovvio; anche Covid avrà ragione su questa celebrazione? Dopo un rinvio per pioggia, nel 2019, ci sarà una vera e propria cancellazione, nel 2020?

Oggetto il mio conto. Lo sto mischiando. Non riesco a restituire i suddetti acquisti; prova fisica della mia speranza, del mio desiderio di normalità, del mio sogno di una festa realizzata.

Presto verranno le curve di una nuova onda crudele, una regressione virale o anche una graduale normalizzazione. Nessuno lo sa. Ma c’è motivo di proiettare positivamente un partito ben organizzato. C’è motivo di cogitare un nuovo modo di segnare Halloween.

Presto, gli organismi governativi si pronunceranno sulle feste d’autunno. E se proponessimo subito un nuovo modo di procedere? Insieme, potremmo suggerire un modello di festa rinnovato, secondo le norme Covid, per non intaccare la banca della memoria dei nostri piccoli?

Ci armiamo di immaginazione e reinventiamo questa festa per il bene dei nostri cuccioli. Che ne dici?

Condividi con noi le tue idee!

Al momento della pubblicazione, il governo del Quebec si è detto “preoccupato” per le celebrazioni di Halloween, ma non ha ancora emesso raccomandazioni chiare su come la festa dovrebbe essere condotta nel contesto della pandemia di Covid-19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *