Cymbalta ®: dannoso per il fegato

Farmaci Commercializzato in Francia nel 2008, Cymbalta® (duloxetina) è un antidepressivo sotto sorveglianza rafforzata. Sono stati segnalati alle autorità sanitarie casi di danni epatici a volte gravi (ittero e insufficienza epatica acuta), così come un rischio di ideazione suicida, comportamento suicida o suicidio (soprattutto all’inizio del trattamento). Cymbalta® può anche aumentare la pressione sanguigna, l’ipoglicemia e l’emoglobina glicata.
Precauzioni per l’uso: Cymbalta® è disponibile solo su prescrizione. Deve essere assunto nel dosaggio indicato dal medico. Non deve essere preso in combinazione con alcuni anticoagulanti orali come il warfarin (rischio di sanguinamento) e usato con grande cautela in caso di ipertensione o diabete.
Contraindicazioni: l’uso di Cymbalta® non è raccomandato nei bambini e negli adolescenti, in caso di grave insufficienza renale, insufficienza epatica, pressione alta non equilibrata, in associazione con fluvoxamina, ciprofloxacina, enoxacina o MAOI (famiglia di antidepressivi come Marsilid®), gravidanza e allattamento.
Nota: ‘Cymbalta® è un farmaco molto poco prescritto. È da una minoranza di specialisti che conoscono bene il farmaco e lo usano saggiamente”, rassicura il dottor Martial Fraysse, farmacista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *