Dal mormonismo al cristianesimo

Come molte bambine, Lisa Brockman credeva sinceramente che un giorno sarebbe diventata mamma. Questa convinzione è diventata realtà per la 33enne madre di tre bambini: Madison, Keegan e Cole.

Ma Lisa credeva anche che un giorno sarebbe stata un Dio.

Lisa è cresciuta in un luogo noto per il suo significato religioso. La Chiesa mormone, fondata da Joseph Smith, è ufficialmente conosciuta come Chiesa di Gesù Cristo dei Santi, o Chiesa LDS. Mormone di quinta generazione, l’esposizione di Lisa a persone con un credo diverso era estremamente limitata.

“Ci si aspetta che la tua vita sociale sia limitata alla tua chiesa e alla tua famiglia”, ha detto.

Quella cultura ha instillato in Lisa il più alto obiettivo: un matrimonio al tempio.

“Ogni ragazzo e ragazza mormone vuole un matrimonio al tempio”, ha detto Lisa. “Perché questo è l’unico modo per entrare nel Regno Celeste. Lì si entra in una famiglia eterna e si diventa un Dio o una dea. “

Lisa era una dipendente eccezionale e molto attiva nelle attività extracurricolari. Quando entrò nella scuola superiore, stava diventando una giocatrice di tennis di buon auspicio. Lisa fu poi reclutata dalla Brigham Young University, che la spinse con un programma di tennis classificato a livello nazionale. Ma l’estate dopo il suo diploma di scuola superiore, decise che un’università nel suo stato d’origine avrebbe fornito maggiori opportunità di partecipazione, così si iscrisse lì invece.

Nel suo primo anno al College, Lisa iniziò a frequentare un giocatore di baseball cristiano di nome Gary. Nei mesi successivi, hanno discusso le differenze tra il cristianesimo e il mormonismo.

“Ci frequentavamo da circa un mese”, ha detto Lisa. “Un giorno ha iniziato ad energizzarmi con cose come l’autenticità delle affermazioni di Joseph Smith è un profeta. “

Perché la fede di Lisa era basata su un impegno emotivo – quello che i mormoni spesso chiamano un “bruciore nel petto” – Lisa aveva difficoltà a rispondere alla raffica di domande intellettuali di Gary.

“Ho iniziato a sentire come se la Fondazione si fosse sgretolata sotto di me”, ha detto Lisa. “Per la prima volta nella mia vita, mi sono reso conto che non avevo idea di ciò in cui credevo. “

Lisa ha descritto i sette mesi successivi come se fosse come sbucciare una cipolla.

“Uno strato alla volta”, ha detto Lisa. “Gary ed io abbiamo fatto uno studio approfondito della Bibbia. Ho anche parlato con il suo pastore, mentre la famiglia di Gary ha formato una catena di preghiera a mio favore. Lentamente, ho cominciato a vedere piccoli pezzi di verità. “

Una delle questioni più difficili che Lisa ha affrontato è stata l’idea di essere colpevole e bisognosa del perdono divino – una dottrina cristiana che è fortemente in contrasto con la dottrina mormone.

“Se dici a un mormone che è un peccatore è la cosa più offensiva che potresti dire. “

Il significato dietro le sue parole è radicato nella visione del mondo mormone. “Perché l’uomo è ora, Dio era una volta; come Dio è ora, così l’uomo può diventare” è il mantra proclamato da questa religione politeista.

I mormoni credono che gli uomini e le donne possiedano una natura divina ereditata dal “Padre Celeste”, rendendoci così “dei in stato embrionale”. In altre parole, tutti noi esistevamo prima in forma di spirito e siamo nati in questo mondo con una natura senza peccato. La dottrina cristiana del peccato originale ripudia questo inganno: gli uomini e le donne nascono con un’innata natura peccaminosa e hanno bisogno della redenzione divina.

“Per la prima volta, ho cominciato a vedere quanto ero peccatore e quanto è santo Dio. “

Un giorno d’estate, mentre era seduta nella sua camera da letto, la diga scettica finalmente scoppiò e Lisa invitò Cristo nella sua vita.

“Ho appena pianto”, racconta Lisa. “Quando i tuoi occhi si aprono sulla profondità del tuo peccato e su come devi salvare…. “

Le preghiere di molti furono esaudite, e Dio continuò a corteggiarla a Sé.

Dopo aver capito che Cristo non solo l’aveva perdonata, ma era anche l’unica persona che poteva portarle la vera felicità, Lisa tornò a casa e decise di dire ai suoi genitori della sua decisione di porre la sua fede solo in Cristo per la vita eterna. Solo per assicurarsi che sarebbero rimasti uniti quando lei avrebbe dato la notizia.

“Hai lasciato la famiglia”, disse sua madre. “Ci hai lasciato. “

Sono passati 12 anni da quel giorno, e né i genitori di Lisa né i suoi quattro fratelli si sono allontanati dalla fede mormone. Ma Lisa e la sua famiglia sono oggi in un rapporto d’amore.

“I miei genitori mi sono stati vicini”, ha detto. “Uno dei modi migliori per coinvolgere un mormone è semplicemente condividere con loro la tua relazione con Dio e ciò che ami, perché capiscono che Dio è duro e impersonale.”

Lisa si affretta a sottolineare, tuttavia, che la chiave che ha aperto la porta alla comprensione del messaggio di amore e perdono di Cristo non è stato un argomento puramente intellettuale. Per questo, lei è eternamente grata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *