Daniel Lanois (Italiano)

Daniel Lanois ha iniziato la sua carriera come produttore nel suo studio ai Grant Avenue Studios di Hamilton, lavorando con gruppi locali tra cui Martha and the Muffins per i quali sua sorella Jocelyne suonava il basso.

Dopo essere stato scoperto da Brian Eno e aver collaborato ad alcuni progetti di Eno, in particolare Apollo – Atmospheres & Soundtracks nel 1983, The Pearl nel 1984 e Hybrid nel 1985, la sua carriera ebbe un ulteriore impulso quando Eno lo invitò a co-produrre The Unforgettable Fire degli U2 nel 1984. Ha lavorato a molti dei loro album successivi, Wide Awake in America con Tony Visconti, The Joshua Tree, Achtung Baby, la colonna sonora del film The Million Dollar Hotel e anche All That You Can’t Leave Behind, How to Dismantle an Atomic Bomb e No Line on the Horizon.

Nel 1989, Bono degli U2 raccomandò Daniel Lanois a Bob Dylan, che poi produsse Oh Mercy, spesso considerato uno dei migliori album di Dylan del periodo. Otto anni dopo, i due uomini lavorarono di nuovo insieme su Time Out of Mind (un altro ritorno alle origini per Dylan dopo Under the Red Sky (1990) e il dittico Good as I Been to You-World Gone Wrong), una collaborazione che gli valse un Grammy Award come miglior album nel 1997.

Oltre ad essere un produttore, Daniel Lanois suona la sua musica, alla chitarra, pedal steel e dobro, e canta e scrive le sue canzoni. È anche abile al basso e all’Omnichord, uno strumento elettronico che è una controparte elettronica dell’autoharp. Questa gamma di talenti è usata in molti degli album che produce, con il risultato di un suono caratteristico che gli viene attribuito. È conosciuto soprattutto per la sua canzone Jolie Louise, che canta in francese e inglese, pubblicata nel 1989 e che fa parte del suo primo album Acadie, nel quale troviamo, tra gli altri musicisti, il bassista e il batterista degli U2, Adam Clayton e Larry Mullen Jr, Aaron Neville, Malcolm Burn, Bill Dillon, ecc. Questo album è stato ripubblicato nel 2008 con sei brani aggiuntivi e un libretto.

Il brano Jolie Louise è stato coperto da Isabelle Boulay sull’album Les Grands Espaces, così come dal trio Maxime Le Forestier, Francis Cabrel e Alain Souchon nel 1997 sull’album dell’associazione Sol En Si (Solidarité enfants Sida) sotto l’etichetta WEA Records (Francia). Nel giugno 2010, mentre andava in moto all’Henry Fonda Theatre di Hollywood, Lanois fu coinvolto in un incidente che lo lasciò gravemente ferito, rompendosi la clavicola e il bacino e spezzando sei costole. Ha trascorso tre settimane in terapia intensiva in un ospedale della California, ed è stato monitorato da infermieri giorno e notte al suo ritorno a casa. Poi ebbe una lunga convalescenza, poi più tardi tornò a lavorare e produsse l’album The Noise di Neil Young. Sempre nel 2010, ha creato il progetto Black Dub con la cantante Trixie Whitley, il bassista Daryl Johnson e Brian Blade alla batteria, mentre Daniel Lanois stesso si alterna alla chitarra e al piano a seconda della canzone. L’album, che variava nello stile dal dub al blues e dal soul al rock, fu pubblicato lo stesso anno. Nel 2014, l’album Flesh and machine è basato sugli album della serie Ambient di Brian Eno, lui è solo al pedale-acciaio a parte il batterista Brian Blade ed è un contenuto interamente strumentale.

Daniel ha pubblicato un nuovo album nel 2016, Goodbye to Language realizzato al pedale-acciaio con Rocco Deluca, interamente strumentale, da cui il titolo.

Nel maggio 2018 ha pubblicato un album in collaborazione con il produttore breakcore Venetian Snares sull’etichetta Timesig di quest’ultimo.

Lo stesso anno ha anche partecipato alla colonna sonora del videogioco Red Dead Redemption 2, per la quale ha prodotto le parti vocali in collaborazione con altri artisti come Woody Jackson o anche David Ferguson.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *