David Crosby ha venduto il suo intero catalogo musicale: “It’s a blessing”

Dopo mesi di negoziati, la musica dell’artista è ora di proprietà di Iconic Artist Group.

David Crosby

Photo: Glenn Francis/Creative Commons license

I redditi degli artisti sono a metà strada. Privati dei concerti a causa della pandemia, mal pagati dalle piattaforme di streaming online, alcuni hanno ora scelto di vendere il loro catalogo musicale per mantenere il loro tenore di vita.

Dopo Bob Dylan, che ha rastrellato 300 milioni di dollari per la vendita del suo catalogo alla Universal, poi Neil Young, che ha ceduto 1.180 canzoni per 150 milioni di dollari, è il turno di David Crosby di cedere il suo catalogo solista, compreso il suo lavoro con i Byrds e le varie formazioni con i suoi accoliti Stills, Nash & Young.

Inoltre: Bob Dylan vende i suoi diritti alla Universal e incassa
Altra informazione: Neil Young ha venduto metà del suo catalogo musicale per 150 milioni di dollari

Iconic Artists Group guidato da Irving Azoff è ora l’orgoglioso proprietario della musica del cantante. L’importo negoziato non è stato reso noto.

“Data la nostra attuale incapacità di lavorare dal vivo, questo accordo è una benedizione per me e la mia famiglia e credo veramente che siano le persone migliori con cui farlo”, ha detto David Crosby in una dichiarazione riportata da Pitchfork.

Azoff, che conosce il cantante dai suoi primi giorni, ha a sua volta testimoniato la sua gioia: “Questo è un momento incredibile per lavorare con David e il suo enorme catalogo musicale”, ha detto. È veramente uno dei più prolifici cantautori e artisti e sono onorato che abbia scelto Iconic come amministratore della sua eredità musicale senza tempo.”

Altro: David Crosby (anche) vuole vendere i diritti della sua musica: ‘Streaming mi ha rubato’
Altro: David Crosby attira il fuoco dei fan di Eddie Van Halen su Twitter

David Crosby aveva già segnalato la sua intenzione di vendere il suo catalogo posteriore lo scorso dicembre, dopo aver preso il vento degli accordi di Bob Dylan e Neil Young. “Vendo anche il mio… Non posso lavorare… e lo streaming mi ha rubato le entrate delle registrazioni… Ho una famiglia e un mutuo, e devo prendermi cura di loro, quindi questa è la mia unica opzione…” aveva twittato, aggiungendo che altri artisti devono “sentirsi allo stesso modo.”

Oltre a Dylan e Young, Stevie Nicks, Lindsey Buckingham, Blondie, L.A. Reid, RZA o anche The Dream hanno scelto di separarsi da tutto o parte del loro catalogo musicale.

Tagged David Crosby
Scritto da

Clara Lemaire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *