Design del modulo di contatto: buone pratiche UX

Articolo scritto da journalb2b.com

Ottimizzare il modulo di contatto sul tuo sito web può aiutarti a generare più contatti e aumentare il tuo tasso di conversione. L’obiettivo è quello di spingere l’utente che visita il tuo sito a compiere un’azione.

Per esempio, comprare un servizio, prendere un appuntamento, richiedere informazioni, una brochure o un preventivo. Ma ecco il punto, mentre il tuo obiettivo è quello di incoraggiare gli utenti a mettersi in contatto con te attraverso un modulo, sembra che la maggior parte degli utenti generalmente rifugga dai moduli con troppi campi da compilare.

Il segreto per catturare l’attenzione dei visitatori e farli compilare i tuoi moduli di contatto online è quello di concentrarsi su una buona usabilità per ottimizzare l’esperienza dell’utente. Ecco le migliori pratiche UX per migliorare l’efficacia dei moduli di contatto.

Bene, scegli la posizione dei tuoi moduli di contatto

Questo aspetto non deve essere sottovalutato. Il modulo di contatto deve essere chiaramente evidenziato sul tuo sito web o e-shop. Soprattutto, dovresti evitare moduli che appaiono improvvisamente come pop-up, interrompendo la navigazione degli utenti che visitano il tuo sito web.

Per accedere ad altri articoli su vari altri argomenti legati al business, visita BusinessPress!”

Prova a mettere il tuo modulo di contatto in una sezione dedicata “Contatti” sul tuo sito web. Il legame tra il modulo e il titolo del contatto sarà chiaro per il cliente che vuole iscriversi ai tuoi servizi, ottenere una brochure o un catalogo, richiedere informazioni o chiedere un preventivo personalizzato.

Evitare moduli intrusivi che fanno sentire il tuo potenziale cliente rapidamente minacciato e abbandonare rapidamente il tuo sito web.

Riduci il più possibile i campi da compilare!

Se il tuo modulo di contatto ha troppi campi da riempire, tenderà ad allontanare gli utenti. Dovresti sapere che la maggior parte degli utenti che visitano il tuo sito web non vorranno perdere il loro tempo a riempire decine di campi vuoti.

In secondo luogo, dovresti sicuramente essere consapevole del fatto che la maggior parte degli utenti non sono disposti a fornire i loro dati personali. Quindi il primo passo da fare nella progettazione di un modulo di contatto che possa migliorare l’esperienza dell’utente e convertire più facilmente sarebbe quello di ridurre il numero di campi da compilare. Questo ridurrà la quantità di sforzo richiesto all’utente e lo renderà più propenso a completare la sua richiesta. Concentrati sui campi di base come: cognome, nome, indirizzo e-mail o indirizzo postale.

Valutate attentamente, secondo le vostre esigenze, le informazioni che ritenete più utili da chiedere mentre ovviamente cercate di stabilire il miglior contatto possibile con il vostro cliente o prospect. Inoltre, è essenziale assicurarsi di rassicurare gli utenti del tuo sito web così come i tuoi potenziali clienti. Specificate immediatamente l’uso che farete dei loro dati, posizionate le garanzie di riservatezza in un posto ben visibile. È essenziale per ispirare fiducia se vuoi avere più possibilità di generare più conversioni.

Dare importanza al layout del tuo modulo

Attenzione, non devi trascurare il layout dei tuoi moduli di contatto online.

In effetti, uno studio commissionato da Google lo conferma. Lo scopo di questo studio, basato su un esperimento controllato di eye-tracking, era proprio quello di mostrare quali fossero le pratiche efficaci per migliorare la UX dei form di contatto e appunto evidenziare i punti su cui lavorare per riuscire a progettare form capaci di convertire.

Questo studio ha infatti individuato tre fattori principali che permetterebbero una maggiore facilità di utilizzo dei form di contatto:

  • Organizzazione e ordinamento dei campi da compilare: è consigliabile chiedere un’informazione per volta.
  • Il posizionamento delle etichette: se sono poste sopra le caselle, incentivano maggiormente l’utente a riempirle.
  • La dimensione dei campi da riempire: la lunghezza delle caselle dovrebbe essere in linea con la lunghezza della risposta attesa.

Curare il design del pulsante Enter

Il pulsante di invio gioca anche un grande ruolo nell’attrattiva, usabilità, UX del tuo modulo di contatto. Il pulsante di invio non dovrebbe essere né troppo invasivo né al contrario totalmente invisibile.

Preferibilmente usare un colore evidente, come l’arancione. La scelta dei colori su un sito gioca un ruolo fondamentale nell’attirare l’utente e invogliarlo a visitare il tuo sito web.

Un’ultima cosa, invece di mettere un semplice pulsante “Invia”, che è troppo classico prova a inserire una Call-To-Action, in altre parole una chiamata all’azione per invogliare l’utente a cliccare. Per compiere un’azione, l’utente deve sentire che lo capisci e che stai parlando personalmente. Quale messaggio scrivere? Dipende dagli scopi per cui hai progettato il modulo di contatto!

Ultimo consiglio: bandisci le s!

Per migliorare un modulo di contatto in termini di conversioni e navigabilità, dovresti assolutamente assicurarti di bandire le s. Quella specie di schede che appaiono alla fine di alcuni moduli online e che hanno lo scopo di determinare se l’utente è una persona, un robot, un computer o un software.

La maggior parte degli utenti le trova completamente proibitive e completamente illeggibili a dire il vero. Inoltre, alcuni visitatori tendono a lasciare un modulo quando mostra una lettera e un numero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *