Dopo le vacanze di Natale, le scuole riapriranno in codice rosso alle stesse condizioni di oggi

Dopo gli esperti di salute, martedì, il ministro dell’istruzione, Caroline Désir (PS), ha incontrato gli attori del settore mercoledì. Obiettivo: dare una prospettiva a medio termine sulla continuazione dell’anno scolastico.

“Dopo due settimane e mezzo di lezioni, sia le cifre compilate dagli attori che quelle osservate dagli esperti di salute tendono a confermare che la scuola non è il motore dell’epidemia”, ha detto in un comunicato. Per dare un minimo di prospettiva ai direttori, agli insegnanti, ai genitori e agli studenti, il ministro dell’educazione ha già annunciato che le condizioni attuali saranno mantenute dopo le vacanze di Natale e almeno fino al 15 gennaio “in un’ottica di prudenza sanitaria e di stabilità per le squadre”. Il codice rosso attualmente in vigore prevede che tutti siano in classe a tempo pieno nei livelli primario e secondario inferiore. Dalla secondaria 3 in poi, il 50% degli studenti può essere presente alla volta e il resto delle classi si tiene a distanza.

“Avrei sperato che saremmo tornati al codice giallo”, ha commentato questa madre sulla pagina Facebook dove il ministro dettaglia le ultime informazioni. Purtroppo, i punti di mia figlia sono diminuiti, la sua motivazione sta calando. Spero che torneremo presto alla normalità”. Al contrario, questo utente di Internet si rallegra: “Grazie per questa comunicazione anticipatrice che permetterà ai team educativi e alle direzioni di affrontare le vacanze invernali molto più serenamente della pausa autunnale.”

Avviso

Nessun cambiamento (ancora?) per la pausa di Carnevale

Nessuna decisione è stata presa, tuttavia, riguardo alla pausa di Carnevale, che alcuni vorrebbero vedere allungata a due settimane invece di una. “Non c’è alcuna indicazione che il contesto sanitario richiederà di estendere questo”, dice Caroline Désir. Al momento, non è opportuno né da un punto di vista epidemiologico né in termini di continuità dell’apprendimento cambiare la durata di questo congedo. Questa osservazione è condivisa dagli esperti di salute”. E sarà rivalutato a tempo debito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *