douane.gouv.frIl portale della Direzione Generale delle Dogane e dei Diritti Indiretti


La dogana contribuisce alla protezione e alla sicurezza dei cittadini con :

  • garantire il rispetto delle norme di qualità/sicurezza dei prodotti industriali importati dall’esterno dell’UE (controllo dei documenti e dei prodotti, analisi di laboratorio);
  • lotta al traffico di droga, armi, beni culturali, specie animali e vegetali protette, tra cui;
  • controllare la circolazione dei rifiuti tossici all’interno dell’UE e impedire l’ingresso in Francia di rifiuti strategici, radioattivi, pericolosi o non conformi alle norme europee o combattere l’inquinamento marittimo.

La dogana sostiene la competitività delle imprese:

  • applicando le regole delle politiche commerciali e agricole dell’Unione nel quadro stabilito dall’Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC);
  • proteggendo l’economia nazionale ed europea dalle pratiche sleali: l’applicazione dei dazi antidumping e la lotta contro la contraffazione ne sono esempi;
  • facilitare il commercio internazionale attraverso una gestione rapida ma efficiente dei flussi. Nel 2016, il tempo medio di sdoganamento è di 3’52”;
  • offrire servizi su misura per le imprese: consulenza personalizzata e procedure semplificate;
  • sostenere i settori economici per i quali assicura la regolamentazione (vino, trasporti, energia);
  • elaborare le statistiche del commercio estero di merci della Francia: questi dati sono utili alle autorità pubbliche così come alle imprese.

In materia fiscale, la dogana incassa:

  • dazi doganali, all’importazione nell’Unione europea;
  • IVA, quando si tratta di prodotti importati da paesi esterni all’Unione europea;
  • accise, cioè imposte indirette su tabacco, alcol e prodotti petroliferi;
  • tassazione ambientale, con la tassa generale sulle attività inquinanti (TGAP) o la tassa interna sul consumo finale di elettricità (TICFE).

Queste entrate permettono in particolare il finanziamento del bilancio nazionale (IVA) ed europeo (dazi doganali).

La dogana partecipa ovviamente alla lotta contro la frode fiscale (frode all’IVA, frode al bilancio comunitario, contrabbando di prodotti molto tassati come l’alcol o le sigarette, ecc.La dogana, come altre amministrazioni, partecipa all’azione dello Stato in mare. Si tratta di coordinare i vari mezzi ai fini dell’intervento delle missioni in mare. Queste azioni sono varie:

  • polizia di navigazione;
  • controllo della pesca;
  • missioni di salvataggio;
  • lotta all’inquinamento.

Viste le sue risorse materiali e il suo know-how, in particolare quello delle guardie costiere doganali, la dogana è particolarmente coinvolta in questa azione.

Cooperazione internazionale

La cooperazione operativa è una delle componenti della cooperazione internazionale in materia doganale. Si basa essenzialmente su accordi bilaterali (accordi internazionali di mutua assistenza amministrativa) che permettono lo scambio di informazioni, la sorveglianza di persone, merci o mezzi di trasporto e la creazione di squadre investigative comuni. Una rete di 18 addetti doganali e ufficiali di collegamento costituisce i relè privilegiati della dogana all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *