Due possibilità per creare il tuo business


Ditta individuale o società: cosa scegliere?

La scelta tra una ditta individuale e una società viene considerata in base a diversi criteri, tra cui: l’attività prevista, il numero di persone che saranno coinvolte, la politica organizzativa, la messa in comune dei fondi che saranno disponibili, gli impegni finanziari che dovranno essere presi, la responsabilità finanziaria generata dall’attività, l’obbligo per una società di sottostare a una contabilità più onerosa, le necessità generate dall’attività, lo sviluppo prevedibile dell’attività, la scelta del regime fiscale più appropriato, gli obiettivi perseguiti, ecc.

Questi criteri influenzeranno oggettivamente la vostra scelta tra l’attività personale e quella di impresa e, nella maggior parte dei casi, questa scelta sarà ovvia.

In generale, se avete intenzione di lavorare con diverse persone e se i vostri impegni finanziari saranno probabilmente significativi, l’attività di impresa sarà ovvia. Un’impresa in cui sono coinvolte più persone, infatti, richiede una struttura che stabilisca le attribuzioni di ogni persona, i metodi di gestione, un quadro giuridico adeguato, ecc. L’attività dell’azienda permetterà di creare questa struttura. Inoltre, come abbiamo appena visto, l’attività in forma di società permette di dotare la società di una propria personalità giuridica e di creare, nella maggior parte dei casi, una separazione tra il patrimonio dei soci e la società. Se si incorpora una società, non si rischia il proprio patrimonio personale, ma solo quello della società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *