Economia e Statistica n. 451-452-453 – 2012Modellazione macroeconomica: continuità, tensioni

I nuovi modelli keynesiani conosciuti come la “nuova sintesi neoclassica” pretendono di essere basati su una concezione rigorosa dell’economia. Fanno parte della corrente della macroeconomia che ha legato l’analisi del ciclo economico alle teorie della crescita a lungo termine, e che ha dato origine alla corrente dei cicli reali. Tutti loro estendono la critica di Lucas, secondo la quale solo l’identificazione dei parametri del problema decisionale degli agenti permette di evitare gli errori associati alla lettura diretta delle regolarità econometriche. Solo questa identificazione permette di evitare situazioni di equivalenza osservativa, quando lo stesso “fatto empirico” può rientrare nell’ambito di diverse teorie, richiedendo azioni di politica economica totalmente divergenti. Proponendo basi rigorose per gli aggiustamenti a breve termine, che la precedente generazione della “prima sintesi neoclassica” di solito ha solo abbozzato, questi modelli mostrano un alto livello di ambizione. Per rendere conto delle fluttuazioni, introducono “shock” di vari tipi, che pretendono anche di avere basi microeconomiche. Questi shock si traducono in equilibri intertemporali “disturbati”. Inoltre, ci portano a prestare attenzione alla coerenza del comportamento descritto in un modello. Questi modelli hanno spesso lo svantaggio di essere complessi e complicati, il che li rende difficili da capire. Utilizzando un semplice modello tipico di questa corrente, quello presentato da Peter N. Ireland nel 2004, presentiamo le caratteristiche fondamentali di questo modello, situandolo in relazione ad altre sintesi di macroeconomia. A partire da questa struttura di base, gli arricchimenti permettono l’approfondimento dei problemi sottoposti all’analisi macroeconomica, con qualche difficoltà a far convivere l’esigenza di coerenza e la preoccupazione di realismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *