ELEZIONE EUROPEA. 3 domande a Craig Mackinlay “Cosmopolita, non europeo”

L’euroscetticismo rimane popolare e vivo in Gran Bretagna.

Lo United Kingdom Independence Party presenta una lista che vuole lasciare immediatamente l’odiata Unione Europea. Craig Mackinlay, candidato per Londra e commercialista di 32 anni, spiega il suo rifiuto dell’UE.

Perché la Gran Bretagna dovrebbe lasciare l’UE?

Economicamente, apparteniamo al mondo, non all’Europa. La Gran Bretagna è il paese più cosmopolita del mondo. Abbiamo legami con il Commonwealth, gli Stati Uniti, non solo con il continente. La moneta unica è solo il culmine di un processo che sta portando alla formazione di un nuovo stato. Posso votare contro il mio membro del Parlamento nei Comuni, ma non posso votare contro la Commissione o la Banca Centrale Europea. L’Europa deve essere una federazione di nazioni commerciali, come promesso nel 1975 quando abbiamo aderito al Mercato Comune.

Non è venuto niente di buono dall’UE?

In realtà, no. Il 45% dei britannici vuole lasciare l’UE, il 60% è contrario alla moneta unica. Il nostro partito è l’unico che rappresenta quella popolazione. Dobbiamo essere chiari, fermare questa ipocrisia e lasciare questa Europa à la carte, perché non ci crediamo.

È possibile?

Siamo un grande mercato, e gli europei si batteranno per mantenere un accordo di libero scambio con noi. Si possono costruire gli Stati Uniti d’Europa, creare una moneta unica. Vi auguriamo buona fortuna, ma non fa per noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *