Eventi sportivi 2020: cosa riprenderà, cosa viene cancellato

1. Calcio: ripresa dei campionati e Champions League estiva

Giovedì 30 aprile, la Lega Calcio Professionale (LFP) – in seguito alle ingiunzioni sanitarie del governo francese – agisce lo stop definitivo della stagione calcistica 2019-2020. Una decisione anticipata che differisce dalle altre leghe europee, che preferiscono optare per la sospensione dei loro campionati. E dopo più di due mesi di attesa, è la Bundesliga che dà il via a questa seconda metà di stagione senza precedenti. I prossimi sono i club portoghesi, che sono già tornati in campo. Altrove, la Liga riprenderà l’11 giugno, la Premier League il 17 giugno, mentre la Serie A ricomincerà il 20 giugno.

Leggi anche Calcio: ‘Il pensiero tedesco si è spostato sull’accettazione del rischio’

Ma l’evento principale di questa stagione 2019-2020 rimane la Champions League. Interrotta a marzo agli ottavi di finale, la prima competizione del calcio europeo dovrebbe essere giocata quest’estate una volta completati i campionati nazionali. La prossima riunione del comitato esecutivo dell’UEFA, che si terrà il 17 e 18 giugno, dovrà convalidare il formato dell’epilogo dell’edizione 2019-2020 della Champions League e dell’Europa League.

Rugby: un torneo Sei Nazioni in sospeso

Nel mondo delle ovalie, il torneo Sei Nazioni è stato logicamente sospeso lo scorso marzo. Quattro partite furono così rinviate: Irlanda-Italia, Galles-Scozia, Italia-Inghilterra e Francia-Irlanda. Dovrebbero finalmente essere giocati alla fine di ottobre. Dopo aver battuto gli inglesi (24-17), gli italiani (35-22) e i gallesi (23-27) prima di essere sconfitti in Scozia (28-17), i Bleus di Fabien Galthié hanno avuto una corsa notevole e sono ancora in corsa per un altro titolo.

Leggi anche Yachvili – Sei Nazioni: “Galthié calcia il secchio”

Nei club, mentre nessuna data è stata ancora annunciata per la ripresa delle competizioni continentali, l’EPCR ha ribadito la sua determinazione a finire le due coppe europee (Champions Cup e Challenge Cup). L’organismo europeo dovrebbe riprogrammarli tra metà settembre e metà ottobre. Sul versante francese, ASM Clermont e Racing 92 si daranno battaglia per un posto in semifinale, mentre lo Stade Toulousain deve affrontare la squadra irlandese Ulster per assicurarsi il biglietto per le ultime quattro.

Tennis: circuiti congelati, tornei riprogrammati

Sui campi – completamente fermi da metà marzo – gli organi di governo del tennis maschile e femminile hanno annunciato che i circuiti ATP e WTA rimarranno congelati fino alla fine di luglio. Le classifiche rimangono congelate. L’Open di Francia, previsto per maggio, ha riprogrammato il suo torneo per la fine di settembre (20 settembre), mentre Wimbledon ha annunciato la cancellazione della sua edizione 2020 prevista per luglio. Gli US Open rimangono in programma a New York dal 31 agosto al 13 settembre. Infine, la finale di Fed Cup prevista per il 14-19 aprile a Budapest, che avrebbe dovuto riunire dodici nazioni, è stata rinviata.

Ciclismo: una stagione in movimento

Dietro al manubrio, la stagione ciclistica farà il suo grande ritorno il 1° agosto con le Strade Bianche, e la Milano-San Remo la settimana successiva (8 agosto). Poco prima del Tour de France (29 agosto-20 settembre), il Giro di Polonia (5-9 agosto) e il Critérium du Dauphiné (12-16 agosto), entrambi ridotti a cinque tappe, serviranno come preparazione per la Grande Boucle. Il Giro inizierà due settimane dopo la fine del Tour (4-25 ottobre), e la Vuelta (20 ottobre-8 novembre) vedrà il suo formato cambiato in quanto inizierà durante l’ultima settimana del Giro d’Italia e sarà composta da sole 18 tappe.

Alla fine di settembre inizierà il periodo delle classiche delle Ardenne, con la Flèche wallonne (30 settembre), la Liegi-Bastogne-Liegi (4 ottobre, il giorno di inizio del Giro) e l’Amstel Gold Race (10 ottobre). Il giorno successivo inizierà la stagione delle Fiandre, con la Gand-Wevelgem (11 ottobre), poi il Giro delle Fiandre (18 ottobre), e infine la Parigi-Roubaix (25 ottobre), nel mezzo della Vuelta, così come il Giro di Lombardia (31 ottobre), che sarà, come al solito, l’ultima corsa dell’anno. Infine, in Spagna, il Giro di Catalogna e il Giro dei Paesi Baschi, originariamente previsti per il 23-29 marzo, sono stati entrambi cancellati.

Leggi anche “Nel Tour de France, ciò che conta è la parola Francia”

Sport motoristici: la F1 torna in Austria, i rally sono incerti

Sul fronte degli sport motoristici, la Formula 1 ha ufficializzato la sua data di ripresa, il 5 luglio in Austria. Una gara che segnerà l’inizio di uno sprint per tutta l’estate per la classe regina, con otto gare in dieci settimane. La 24 ore di Le Mans è stata spostata da giugno a settembre, mentre la 500 miglia di Indianapolis è stata posticipata da maggio ad agosto. Il Gran Premio di Monaco di Formula Uno, che tradizionalmente si svolge a maggio, è stato definitivamente cancellato, con una data fissata per il prossimo anno.

Nel rally, i giocatori del campionato del mondo, che sono stati privati delle piste da metà marzo, speravano di tornare a bordo delle loro WRC per il Rally di Finlandia (6-9 agosto). Tuttavia, gli organizzatori dell’evento hanno annunciato che sarà annullato a causa dell’incertezza delle mutate condizioni di salute. Il prossimo appuntamento del calendario WRC è il Rally di Nuova Zelanda all’inizio di settembre. Ma nulla è meno certo.

Infine, per quanto riguarda la Dakar, gli organizzatori assicurano che nulla è in discussione per la sua edizione del prossimo gennaio. Resta da vedere se si terrà solo in Arabia Saudita o in altri paesi. Gli organizzatori dovrebbero annunciare il percorso l’11 giugno.

Basketball: NBA sbarca a Disney, Eurolega cancellata

Sospesa dall’11 marzo, la stagione NBA dovrebbe finalmente riprendere il 31 luglio. Il piano per riprendere il campionato, sottoposto al voto dei proprietari delle franchigie, è stato sorprendentemente approvato con 29 voti a 1. Il piano prevede che le partite vengano giocate a porte chiuse sul lato di Orlando (Florida), e più precisamente all’ESPN Wide World Sports Complex, situato nel cuore di Disney World.

Per la prima volta dal 1958, non ci sarà un campione europeo di basket. Sospesa dal 12 marzo a causa della pandemia di coronavirus, l’Eurolega, la più prestigiosa competizione continentale, è stata definitivamente interrotta. Riunione a distanza, il consiglio di amministrazione degli azionisti dell’Euroleague Commercial Assets (ECA) ha agito la fine della stagione 2019-2020. Idem per la sorella minore dell’Eurolega, l’Eurocup. Infine in Francia, dopo aver annunciato una stagione Jeep Elite in bianco e senza campione 10 giorni fa, la Lega Nazionale di Pallacanestro sta ora considerando di riprendere il prossimo anno fiscale alla fine di settembre.

Pallamano: Champions League rinviata, i TQO riprogrammati

Nella pallamano, la EHF (Federazione Europea di Pallamano) ha deciso di rinviare la Final Four dell’attuale stagione di Champions League alla metà della prossima (28 e 29 dicembre), poche settimane prima della Coppa del Mondo. Parigi sarà infatti presente all’incontro di Colonia insieme a Barcellona, Kiel e Veszprem.

In Francia, l’assemblea generale della Ligue nationale de handball (LNH) ha deciso di riprendere i campionati professionali il 23 settembre per la LIDL Starligue e il 2 ottobre per la Proligue (seconda divisione). Queste date sono valide solo se il pubblico è presente nei locali. Infine, per quanto riguarda i tornei di qualificazione olimpica cancellati, la Federazione Internazionale (IHF) ha fissato un nuovo calendario dal 12 al 14 marzo 2021.

Volleyball: Nations League cancellata, A League in attesa

La Federazione Internazionale di Pallavolo, che aveva inizialmente rinviato la Nations League 2020 a dopo l’estate, ha finalmente cancellato la competizione. Nella sua dichiarazione, il corpo ha detto che l’Italia (per gli uomini) e la Cina (per le donne) sono ancora attesi per ospitare il torneo finale del prossimo anno.

In Francia, il campionato di pallavolo della Lega A è stato temporaneamente fermato il 10 aprile dopo un voto del comitato esecutivo della lega. Mentre originariamente era previsto che riprendesse a settembre, i presidenti dei club avrebbero invece favorito una ripresa tardiva per evitare incontri a porte chiuse.

Golf: un programma rimescolato

Previsto per maggio, il PGA Championship dovrebbe ora svolgersi dal 6 al 9 agosto all’Harding Park di San Francisco. L’U.S. Open, previsto per giugno, si giocherà dal 17 al 20 settembre. Il Masters di Augusta, che era previsto per questa settimana, è stato fissato per il 12-15 novembre. La Ryder Cup, che oppone una squadra americana a una selezione europea ogni due anni, è stata mantenuta dal 24 al 27 settembre a Kohler, Wisconsin. In Francia, un mese dopo l’autorizzazione del golf amatoriale, la Federazione Francese di Golf ha ufficializzato la ripresa delle competizioni amatoriali per club, inclusi i pro-am.

Atletica: Mondiali e maratone rimandati

All’inizio di marzo, la Federazione Internazionale di Atletica ha approvato nuove date per i Campionati Mondiali Indoor a Nanjing, in Cina. Originariamente programmate per il 13-15 marzo 2020, le gare si terranno dal 19 al 21 marzo 2021, sempre nella stessa sede e con lo stesso programma. Per quanto riguarda i corridori, l’edizione 2020 della maratona di Boston è stata posticipata dal 20 aprile al 14 settembre. L’evento di Parigi, previsto per il 5 aprile, si terrà il 18 ottobre, mentre la maratona di Barcellona si terrà la settimana successiva (25 ottobre).

  • Africa
  • Sport

Ricevi tutte le notizie direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Dal lunedì al venerdì, ricevi ogni mattina
le notizie essenziali:
politica, economia, società, sport…

dmp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *