Evoluzione socioculturale

Questo articolo è un progetto riguardante l’antropologia.

Puoi condividere le tue conoscenze migliorandole (come?) secondo le raccomandazioni dei progetti corrispondenti.

L’evoluzione socioculturale è una tavolozza di concetti che descrivono come le culture e le società si sono evolute nel tempo.

Così, l’evoluzione socioculturale può essere definita come “il processo attraverso il quale l’organizzazione strutturale di una società viene modificata nel tempo, per esempio producendo una struttura qualitativamente diversa dalla forma passata… l’evoluzionismo è quindi l’attività scientifica di trovare spiegazioni razionali per il verificarsi di questi cambiamenti strutturali”.

Tali teorie implicano la creazione di modelli per comprendere le relazioni tra tecnologie, strutture sociali, valori sociali, e come/perché cambiano nel tempo, perché variano attraverso meccanismi specifici.

La modellazione socioculturale si propone quindi di riprodurre in modo computerizzato come le culture e le società si sono sviluppate nel tempo.

Sono stati così sviluppati modelli del XIX e XX secolo che considerano l’umanità nel suo insieme, con società a diversi stadi di sviluppo sociale. Tuttavia, approcci più recenti prendono in considerazione cambiamenti specifici negli individui piuttosto che un cambiamento direttivo nella società nel suo complesso.

Più recentemente ancora, seguendo il cambiamento di paradigma proposto da Richard Dawkins nel suo libro The Selfish Gene , non sono più gli esseri umani ad essere considerati come “individui” della popolazione in evoluzione sotto studio, ma entità culturali, vedi Memes. Questo approccio corrisponde a ciò che è comunemente chiamato Memetica. “Nel mondo delle soluzioni culturali, non siamo più gli abitanti, siamo le case”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *