Facebook Dating, che doveva essere rilasciato il giorno di San Valentino, è stato rimandato per mancanza di garanzie


Facebook Dating è stato lanciato a settembre 2018 in Colombia prima di essere esteso ad altri paesi.
Facebook Dating è stato lanciato a settembre 2018 in Colombia prima di essere esteso ad altri paesi. NICOLAS SIX / QUENTIN HUGON / “LE MONDE”

Il rilascio europeo di Facebook Dating, il servizio di incontri di Facebook, era previsto per giovedì 13 febbraio, alla vigilia di San Valentino. L’azienda americana ha infine annunciato lo stesso giorno che rinviava il lancio, senza anticipare una nuova data.

All’origine di questo rinvio inatteso, uno scontro con la Data Protection Commission (DPC), il gendarme irlandese dei dati personali. Con la sede europea di Facebook a Dublino, questo è l’organo a cui l’azienda deve fare riferimento per questioni di privacy sui suoi prodotti europei.

Oppure, secondo una tersa dichiarazione rilasciata mercoledì dal CPD, Facebook non gli ha fornito i documenti obbligatori per certificare che il servizio di incontri sarà conforme al RGPD, il regolamento europeo sulla protezione dei dati, altrimenti più restrittivo delle leggi statunitensi.

Leggi anche Cosa è successo in un anno di RGPD, la legge che dovrebbe proteggere i tuoi dati?

Tempi molto brevi

La CPD spiega che Facebook ha aspettato fino al 3 febbraio per informarla che aveva intenzione di lanciare la funzione “Incontri” in Europa dieci giorni dopo. Un ritardo molto breve, che ha “preoccupato” il CPD. “Una preoccupazione aggravata dal fatto che nessuna informazione o documentazione ci è stata inviata il 3 febbraio”, che avrebbe potuto permettere alla Commissione di esaminare le disposizioni previste dal social network per proteggere i dati degli utenti europei di Facebook Dating.

Risultato: agenti della CPD sono andati nei locali di Facebook a Dublino lunedì 10 febbraio, per effettuare un’ispezione, e hanno raccolto documenti. Il giorno dopo, l’azienda americana ha annunciato al CPD che stava rinviando il rollout europeo di Facebook Dating.

“Vogliamo lanciare Facebook Dating nelle migliori condizioni possibili e abbiamo deciso di prendere ancora un po’ di tempo per garantire che il prodotto sia pronto per il mercato europeo”, ha detto un portavoce di Facebook in una dichiarazione inviata a Le Monde. “Abbiamo messo in atto solide misure di sicurezza per la privacy e, prima del lancio europeo, abbiamo completato la valutazione d’impatto sulla protezione dei dati, che è stata condivisa con su richiesta”, assicura l’azienda.

Un servizio progettato per “relazioni durature”

Il CPD sta, da parte sua, “analizzando tutta la documentazione raccolta durante l’ispezione di martedì”, il suo capo delle comunicazioni, Graham Doyle, ha detto a TechCrunch. “Abbiamo posto ulteriori domande a Facebook e siamo in attesa della loro risposta. “

Lanciato nel settembre 2018 in Colombia, prima di essere espanso in altri paesi come gli Stati Uniti nei mesi successivi, Facebook Dating mira a costruire “relazioni durature, non solo una notte,” il fondatore Mark Zuckerberg ha detto l’anno scorso. Il servizio, che è integrato in Facebook, non richiede l’installazione di un’applicazione aggiuntiva. L’azienda ha sempre insistito sul fatto che il profilo usato per gli incontri fosse separato dal profilo normale, per evitare situazioni imbarazzanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *