Fedi nuziali in palladio, perché scegliere questo metallo?

Scegliere le tue fedi in palladio, non è un passo frequente, perché?

Se state navigando in gioiellerie e siti web di gioielli alla ricerca delle fedi nuziali dei vostri sogni, vi sarete già imbattuti in questo termine: palladio, ok… ma cos’è? Perché sembra competere con l’oro bianco? Qual è la differenza, è una buona scelta?… ecc… Tante possibili domande, che non vengono chiarite, perché da qualche parte non si è sicuri di cosa sia questo metallo…

(Leggete questo articolo per capire a fondo e fare la scelta giusta tra oro bianco, platino e palladio, se questo è il vostro dubbio, allora tornate qui, per favore)

In questo articolo, fedi nuziali in palladio, vi darò i miei consigli su questo metallo, i suoi punti forti e deboli.

Partiamo discutendo un po’ sull’offerta attuale del mercato (nel 2020, conservo questo articolo, perché è pieno di informazioni interessanti e ancora valide, tranne i vantaggi economici, perché il suo prezzo è salito di questo moltiplicando per 3. Nel 2020 il suo prezzo ha addirittura superato il prezzo dell’oro, d’altra parte il platino ha fatto il contrario, sarebbe economicamente un piano migliore )

Perché non è molto comune nelle gioiellerie proporre una scelta di fedi in palladio? (Vedi anche a volte sconsigliato)

Io, che vi sto scrivendo, creo fedi nuziali dal 2001, sotto il nome di Cbijoux. Fin dai miei inizi, e ancora oggi, cerco sempre di trovare il buon materiale, il buon materiale potendo rispondere in modo ottimale ai criteri ricercati; mentre la ragione e la facilità, consiglierebbero piuttosto di offrire ciò che è più richiesto; (la legge del mercato), ho sempre preferito proporre la scelta ideale, non il più caro né il meno caro, non il più raro né il più ambito, e nemmeno seguire la moda, … soprattutto no, ma proporre il meglio secondo i criteri desiderati! Ehi sì, questo è certamente il motivo del mio successo.

Ma perché la maggior parte delle gioiellerie sono così ragionevoli?

La risposta alla domanda di cui sopra (perché non è molto comune nelle gioiellerie offrire una scelta di fedi in palladio) è ormai ovvia per voi: i commercianti offrono ciò che si vende meglio, ciò che si vende più facilmente e ciò che porta più soldi, non li biasimiamo, tutti hanno spese, affitti e stipendi da pagare…

Quali metalli si vendono meglio?

L’oro è un metallo molto ambito da millenni, non c’è più bisogno di presentarlo, non c’è più bisogno di dire niente al cliente: un anello d’oro è un anello d’oro, lo sanno tutti! Argento idem. Il platino, d’altra parte, richiederà già più lavoro da parte del venditore, dovrà a volte spiegare le sue caratteristiche, ecc…anche se…il prezzo da solo potrebbe fare il lavoro…

Il palladio nella storia

Rispetto all’argento, rispetto all’oro o al platino, il palladio è il più giovane dei quattro metalli preziosi più conosciuti se si considera il tempo in cui è stato scoperto. Il palladio è nato in Inghilterra nel 1803, quando il medico e naturalista William Hyde Wollaston determinò che il palladio era un elemento separato durante i suoi esperimenti con il platino. Wollaston scelse di chiamare il nuovo elemento “palladio” dopo un asteroide scoperto solo due anni prima, che era stato chiamato “Pallas”. Nell’antica Grecia, “palladio” era anche il nome delle figure di legno dedicate alla dea Pallade Atena. Erano considerati particolarmente sacri e degni di protezione.

Il sei per cento della produzione è usato per fare gioielli

Fino alla metà del secolo scorso, la produzione mondiale e la domanda di palladio erano molto limitate. Solo allora la produzione e la domanda sono aumentate, gradualmente e continuamente. Infine, all’inizio degli anni ’90, la domanda ha subito un’impennata a causa di un bisogno massiccio di autocatalizzatori: in un solo decennio (l’ultimo del secolo), il bisogno dell’industria automobilistica è passato da 200.000 a quasi 6 milioni di once troy. Con una domanda di 5,9 milioni di once troy nel 2011 – circa due terzi della domanda totale – le esigenze dell’industria automobilistica si sono poi stabilizzate. La domanda di palladio da tutte le industrie è aumentata da circa 300.000 once troy all’anno nel 1950 a circa 9 milioni nel 2011. La domanda dell’industria dell’orologeria e della gioielleria, che era rimasta costante a circa 200.000 once troy dal 1980, ha raggiunto un milione di once troy ogni anno tra il 2004 e il 2008 prima di dimezzarsi nel 2009. Nel 2011, la domanda di questo settore è stata di 545.000 once troy, o il sei per cento della domanda totale. (fonte oekogold)

Il palladio per essere apprezzato ha bisogno di essere introdotto, in quanto è spesso frainteso, quindi continuiamo:

Design delle fedi in palladio, alcuni dati tecnici su questo metallo:

La sua densità è di 12 gr/cm3, (rispetto ai 10,5 dell’argento, 19,32 dell’oro e 16,6 del tantalio). In altre parole, questo significa che un pezzo di gioielleria in palladio avrà circa lo stesso peso che se fosse argento.

Il punto di fusione del palladio è 1555°C. Per fare un confronto: l’oro fonde a 1064°C, l’argento a 961°C, il ferro a 1538°C e il tantalio, nel frattempo, fonde a 3017°C .

È un metallo prezioso della famiglia del platino, o metalli della miniera di platino, come il rodio (Rh), l’iridio (Ir), il rutenio (Ru) e l’osmio (Os). Non si ossida.

Il palladio è abbastanza duro, è 5,5 sulla scala Mohs, per confronto il platino è 4/4,5 sulla stessa scala, l’oro è 2,5/3, l’argento è 2,5, l’acciaio è 4,75 a 8, il titanio è 6, e il tantalio è 6,5.

Il palladio entra nella composizione della lega dell’oro bianco

Okay, prima se vuoi saperne di più sull’oro ecco un articolo che ho scritto abbastanza esaustivo sull’argomento: oro 14k, 18k ecc… Qui ho scritto un intero articolo, sull’oro e le sue leghe, e perché le leghiamo.

Bene quindi come si ottiene l’oro bianco/oro bianco:

L’oro puro è un metallo giallo, una volta legato con altri metalli, si può ottenere tutta una gamma di colori, giallo, rosa, rame e grigio. (L’oro nero è un falso di marketing (leggi questo articolo sul metallo nero).

Fedi in palladio, alcuni esempi di creazioni di Cbijoux©:



Come potete vedere da queste foto, Il palladio può, a volte, essere reso più scuro (vedi anelli a strisce), o più chiaro (vedi anelli più lisci, satinati) o molto chiaro se lucidato (anelli con carbonio).

Per capire meglio gli aspetti e la resa dei materiali leggete questo articolo: aspetto e finiture . Perché potresti non capire come un metallo può variare in chiarezza.

Perché il palladio sembra essere una buona scelta per il design di un anello di matrimonio o di fidanzamento in metallo prezioso?

Fedi nuziali in palladio, valore, considerazione dei costi:

Il palladio è un metallo prezioso, della famiglia del platino, costa meno del platino o dell’oro bianco, tuttavia il suo prezzo è in costante salita da una decina d’anni, da circa 5000€/kg nel 2008, ora è intorno ai 30’000.

Forse una scommessa sicura, chi lo sa?…

Ma il prezzo di una coppia di fedi in palladio rispetto alla stessa coppia in platino sarà più conveniente; anche se i prezzi di questi 2 metalli si incontrano; perché? Perché la coppia di fedi in palladio sarà quasi 2 volte meno pesante, quindi quasi il 50% in meno di costo del materiale.

I prezzi dei materiali aumentano da sinistra a destra: acciaio, titanio, cromo cobalto, argento, tantalio, palladio, oro, platino

Fedi in palladio, considerazione estetica:

È un metallo grigio neutro, nessun tono giallo, nessun cambiamento di colore negli anni a venire.

palladio martellato satinato e lucidato

È un metallo che si fonde molto bene, su cui si possono ancora incastonare pietre; Come mostrato in questo esempio di fedi in titanio, carbonio e palladio:

Il palladio è però leggermente meno chiaro del platino.

Qui puoi saperne di più sulla differenza tra palladio e oro bianco o bianco. E capirete perché non ho mai creato un paio di fedi in oro bianco. Ma crea solo fedi in oro bianco.

Fedi in palladio, considerazione di vestibilità/ergonomia:

Il palladio non è molto pesante, che può essere comodo da indossare. Il peso di una fede in palladio arriverà quasi allo stesso peso dello stesso anello d’argento, ma sarà meno pesante di un anello in platino o oro o tantalio, e sarà più pesante di un anello in acciaio o titanio.

Dal più leggero al più pesante: Titanio, acciaio, argento, palladio, tantalio, oro, platino.

Fedi nuziali in palladio, considerazione sulla durata:

Anche qui il palladio va bene, sarà durevole. Non quanto l’acciaio o il titanio, ma resiste ai graffi un po’ come l’oro e soprattutto invecchia molto meglio dell’oro bianco.

Il palladio è effettivamente il metallo che consiglierei per soddisfare al meglio quei criteri lì: metallo prezioso, grigio neutro e resistente/durevole.

Per una scelta di durata pura, senza un particolare desiderio di un metallo prezioso, suggerirei invece una lega Cromo-cobalto, che ha un colore molto chiaro, identico al palladio, ma davvero molto più duro, e più economico.

Questo è tutto per alcuni dei miei consigli e dati sul design di una fede in palladio,

La scelta giusta la possiamo fare solo incrociando il nostro giudizio/criteri con dati buoni, chiari e ben compresi. Permettere al neofita di capire un po’ di più sulla gioielleria, e i suoi segreti, questo è l’obiettivo che mi propongo di raggiungere scrivendo i miei articoli; sono convinto che condividendo le mie conoscenze e i miei consigli con voi, sapremo poi creare, insieme, la vostra coppia di fedi ideale, secondo i vostri diversi criteri, che si tratti di forma, estetica, ergonomia, aspetti e naturalmente, ultimo ma non meno importante: il prezzo!

E io chi sono?

Il vostro servo, Cédric Chevalley. Firmo le mie creazioni di fedi e anelli dal 2001 “cbijoux”.

Sono assistito da uno e talvolta due collaboratori laureati. Creiamo più di 200 fedi all’anno, tutte uniche. Qui potete leggere un articolo su come creiamo le fedi con voi.

Ho anche fondato il marchio di anelli mood collection nel 2004 e ho ceduto questo marchio a due amici nel 2013. Creo anche gioielli contemporanei (attenzione che sono speciali…) sotto il mio nome questa volta.

Puoi vedere di più sul mio background e la mia storia navigando la pagina facebook (mi farai troppo felice di mettere il like ?????) e anche visitando la mia pagina d’artista qui.

Ecco, spero di avervi aiutato a vedere un po’ più chiaramente, e quindi di avervi permesso di andare avanti verso la realizzazione della creazione dei vostri sogni. Rimango a vostra disposizione per qualsiasi altra domanda, con piacere!

A presto!

Cédric Chevalley

div

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *