FootballMLS: Henry, Beckham… le stelle saranno più dietro le quinte in questa stagione

Come i Seattle Sounders si preparano a rimettere in gioco il loro titolo, una nuova era sembra aprirsi nella MLS, una che è meno sfarzosa della precedente piuttosto piena di giocatori di grande nome che sono venuti a vivere un pre-pensionamento dorato.

Unendo i Los Angeles Galaxy e i New York Red Bulls nel 2007 e nel 2010, David Beckham e Thierry Henry avevano dato il via a un trasferimento senza precedenti nella neonata lega iniziata nel 1996. Kaka del Brasile, David Villa della Spagna, Didier Drogba della Costa d’Avorio, Andrea Pirlo dell’Italia, Bastian Schweinsteiger della Germania, Wayne Rooney dell’Inghilterra e Zlatan Ibrahimovic della Svezia avevano seguito. E pochi hanno lasciato il segno con le loro imprese e carisma, oltre a Ibrahimovic autore di 52 gol in 56 partite di stagione regolare e qualche “zlatanata” per mantenere vivo il mito.

“Chicharito” come guest star

Per sostituire il gigante svedese, i Galaxy hanno optato per “un piccolo pisello” messicano, “Chicharito”, che sarà il giocatore più pagato nella storia della MLS secondo i media americani. È una buona cosa che i Galaxy abbiano deciso di andare con un “pisello” messicano, “Chicharito”, che sarà il giocatore più pagato nella storia della MLS secondo i media americani, meglio di “Ibra”, che è stato pagato 7,2 milioni di dollari l’anno scorso.

Il fatto rimane che in termini di attrattiva, personalità, e prestazioni sportive da offrire, l’arrivo di Hernandez non è probabile per riempire il vuoto lasciato da Zlatan. E questo, anche se la sua rivalità con Carlos Vela, l’anno scorso capocannoniere del Los Angeles FC, è attesa da tutta la comunità messicana in California e altrove.

La MLS può aver affidato al compositore Hans Zimmer (“Il cavaliere oscuro”, “Pirati dei Caraibi”…), il suo nuovo inno, il più noto “Gladiators” sarà meno nell’arena che nelle ali. Come Thierry Henry, che inizia la sua seconda esperienza da allenatore all’Impact Montreal, e David Beckham, comproprietario dell’Inter Miami, nuovo arrivato con Nasvhille in un campionato che conta ormai 26 club.

Il francese cercherà di rilanciarsi, dopo un abissale fallimento al Monaco, dove è rimasto in carica solo tre mesi. Mentre tenta di ricostruire una squadra, essendosi appena qualificato per i quarti di finale della Concacaf Champions League, Henry spererà di guadagnare credibilità nel suo percorso scelto.

Il francese cercherà di ricostruire la sua squadra, essendosi appena qualificato per i quarti di finale della Concacaf Champions League.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *