Formazione in giornalismo

Per imparare le corde della professione giornalistica, ci sono molti corsi di formazione. Diplomeo ti fornisce tutti i dettagli sui corsi che ti porteranno alla professione dei tuoi sogni.

Quali sono i corsi di formazione in giornalismo?

Anche se la professione è aperta agli autodidatti e un buon incontro al momento giusto può portare a un lavoro, saper scrivere non è sufficiente per essere un giornalista. La strada reale per questa professione è quella di frequentare una scuola riconosciuta dalla professione. Ce ne sono 16 in Francia, sono molto selettivi e gli studenti che ne escono sono generalmente molto apprezzati dai selezionatori. Una buona cultura generale e politica è richiesta dalla giuria di ammissione. Tra questi ci sono il CFJ (centro di formazione per giornalisti), il CELSA e l’ESJ.

Un’altra soluzione è quella di iscriversi a una scuola non riconosciuta dalla professione (ma spesso riconosciuta dallo Stato). Queste scuole private forniscono una formazione di qualità che, anche se non sono riconosciute dalla professione, ovviamente ti permettono anche di diventare giornalista. Per candidarsi, i candidati devono inviare una domanda e superare le prove scritte.

Un’altra alternativa, passare dall’università! Alcune università come Paris Dauphine offrono licenze professionali, licenze e master specializzati in giornalismo, comunicazione, media e studi politici.

Ecco la lista dei corsi principali in cui puoi essere coinvolto:

Bac+2: Un BTS o DUT specializzato in giornalismo o comunicazione Questi corsi brevi di solito non sono sufficienti per svolgere questa professione, ma possono essere un primo passo nella prospettiva di continuare gli studi.
bac+3: una laurea in una scuola di giornalismo riconosciuta o non riconosciuta. Come spiegato sopra, le scuole riconosciute sono più selettive e complicate per entrare. Possono richiedere che tu passi attraverso una classe preparatoria in giornalismo per prepararti al meglio per l’esame di ammissione.
Una licenza pro, in un anno dopo un bac+2 Proposta all’università, la licenza pro ti permette di prepararti per i nuovi lavori nel giornalismo.
Un DEES (Diploma Europeo di Istruzione Superiore) Si svolge in istituzioni accreditate, in un anno dopo un BTS o DUT
Bac+5 : Un Master pro Questa formazione biennale, accessibile dopo un bac+3, può essere effettuata sia nelle università che nelle scuole riconosciute o meno.
Formazione professionale Formazione professionale di giornalismo Breve e altamente specializzata, permette loro di continuare la formazione durante la loro carriera. È possibile finanziarli attraverso il CPF.

È possibile fare la propria formazione in un corso sandwich, attraverso un contratto di professionalizzazione o un contratto di apprendistato. Così le tasse universitarie sono pagate dai grandi media che vi assumono.

Quali sono le materie?

I programmi differiscono ovviamente a seconda dei corsi di formazione e dei tipi di istituti. Ecco uno sguardo alle materie che probabilmente prenderai se ti imbarchi in questo tipo di studio:

  • L’alfabetizzazione mediatica
  • Tecniche di scrittura giornalistica
  • Cultura generale
  • Giornalismo radiofonico
  • Giornalismo televisivo
  • Scrittura per nuovi media
  • Inizio al giornalismo d’agenzia
  • Inglese + altra lingua moderna opzionale
  • Analisi dell’attualità

Queste lezioni teoriche saranno molto spesso integrate da stage in aziende di varia durata. Per sapere se il corso a cui vuoi iscriverti prevede questo tipo di stage, non esitare a visitare la sua pagina di presentazione qui sopra.

Come accedere a un corso di giornalismo

Studi giornalistici

Perché diventare giornalista?

I requisiti di ammissione differiscono da un corso all’altro e da un istituto all’altro. L’ammissione può essere fatta in tre fasi:

  • Studio del fascicolo scolastico, composto da voti e valutazioni
  • Invito ad un colloquio orale di motivazione
  • Test scritti (cultura generale, inglese, conoscenza dei media, ortografia, etc.).

Cosa fare dopo aver studiato giornalismo?

Una volta completati i tuoi studi, sarai in grado di lavorare nelle professioni dell’informazione per diversi tipi di media:

  • stampa (stampa locale, regionale o nazionale)
  • stampa specializzata: giornalismo scientifico, giornalismo sportivo, giornalismo radiotelevisivo
  • stampa di riviste
  • stampa settimanale
  • web editor
  • giornalista radiofonico
  • giornalista sportivo
  • giornalismo culturale
  • canali televisivi

All’inizio della carriera, la maggior parte dei giovani giornalisti inizia come libero professionista. Questo significa che lo stipendio non è fisso e dipende da quanti articoli si vendono. Il prezzo di un articolo varia a seconda del numero di segni e dei media. Il contratto collettivo dei giornalisti fissa un intervallo. Puoi richiedere uno stipendio tra i 1.400 e i 2.000 euro lordi al mese.

Puoi ottenere la famosa carta stampa dopo alcuni mesi di esperienza a certe condizioni. Devi farne richiesta alla Commissione per la Carta d’Identità dei Giornalisti Professionisti.

Con il passare degli anni e l’acquisizione di esperienza, potrai evolvere e ricoprire posizioni di responsabilità come:

  • direttore di dipartimento
  • fotografo
  • giornalista reporter
  • layout artist
  • picture reporter (JRI)
  • segretario di redazione
  • direttore editoriale
  • editor
  • ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *