I 20 film che mi hanno segnato – parte 2

© Société Nouvelle de Cinématographie (SNC), Les Productions Georges de Beauregard, Les Films Impéria

La fine della classifica dei miei 20 film eccezionali! Grazie per tutti i vostri messaggi sulla prima parte, mi rende davvero felice sapere che guarderete alcuni di questi film, che sono riuscito a farvi venire voglia di scoprirli!

LA VIE EST BELLE – FRANK CAPRA

Questo è IL classico di Natale. Mi è rimasto particolarmente impresso perché l’ho visto da bambina e per molto tempo ho avuto immagini nella mia testa senza sapere da dove venissero. Ho cercato questo film per molto tempo… finché non l’ho rivisto da adolescente. I ricordi che avevo erano così diffusi che a volte mi sembrava di sognare il film. E alla fine, è esistito ed era ancora più bello di quanto ricordassi.

MY MRS. JACK’S STRANGE CHRISTMAS – HENRY SELICK

Per molto tempo, ho voluto essere un regista di film d’animazione tradizionale. Ho amato particolarmente il modellismo e le marionette, come in questa meraviglia di Henry Selick e Tim Burton. Ispirato a una poesia di Tim Burton, è il primo lungometraggio realizzato interamente in stop motion (fotogramma per fotogramma).

La camera da letto del figlio – NANNI MORETTI

Questo è uno dei film che più mi ha sconvolto da adolescente, e anche il primo che ho visto di Nanni Moretti. È un film molto bello, molto “normale” nel senso che la vita quotidiana è estremamente ben descritta, con l’umorismo di Nanni Moretti ma soprattutto immensamente triste. Da vedere quando si è veramente di buon umore.

E.T. THE EXTRATERREST – STEVEN SPIELBERG

Non mi sono mai più stancato di guardare E.T. Penso che sia uno dei migliori film per bambini in circolazione: c’è l’avventura, c’è la meraviglia, c’è la ribellione, c’è il divertimento, c’è l’amore… c’è tutto! E sì, piango ancora alla fine.

THE MAGDALENE SISTERS – PETER MULLAN

Ho avuto l’età delle eroine quando l’ho visto, e inevitabilmente lascia un segno. Fino agli anni 1990, in Irlanda, le ragazze “peccatrici” venivano rinchiuse in conventi dove si praticavano umiliazioni e torture. I loro peccati: essere attraenti o essere rimasti incinta a causa di uno stupro, per esempio… Peter Mullan ne ha fatto un film molto curato, con la disperazione, la speranza e la rabbia di alcuni film di Ken Loach. Di nuovo, questo è un film da vedere solo per questo argomento tristemente sottovalutato.

FAMILY LIFE – KEN LOACH

Ken Loach, ci siamo! È un regista che ho sempre amato, e non ricordo bene se questo è stato il primo film che ho visto di lui (su consiglio di mia madre, ex educatrice speciale). È la storia di una giovane schizofrenica, in lotta con la sua famiglia e la professione medica. Di nuovo, è un film molto duro e rivoltante.

TWIN PEAKS – DAVID LYNCH

Okay sto barando, è una serie e non un film. Ma onestamente, è un tale capolavoro che Twin Peaks appartiene interamente al mio firmamento dei 20 film più memorabili! Divertente, misteriosa, bizzarra, magica, questa serie di David Lynch è un must-see.

Twin Peaks – CHRIS MARKER

Credo che questo sia il film che ogni studente di cinema o fotografia ha visto a scuola (insieme a Man with a Camera di Dziga Vertov). L’ho studiato in Première, e a differenza di molti film un po’ troppo decostruiti, mi è piaciuto molto. È tutto fermo, filmato, con una voce fuori campo. Ogni immagine è un’opera d’arte e la storia è avvincente. Come nota a margine, The Jetty è stata la fonte della sceneggiatura del brillante Army of the 12 Monkeys di Terry Gilliam, che non aveva visto il mediometraggio Jetty prima di fare il suo film.

A BOUT DE SOUFFLE – JEAN-LUC GODARD

C’è un’allegria folle nei film della Nouvelle Vague, una libertà totale grazie alla libertà dalle regole del cinema. Questo è naturalmente il caso di A Bout de Souffle, e poi amo questa storia d’amore, Belmondo il prosciutto… ” Patricia! Cosa? Vieni qui! “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *