Il peccato di Davide con Betsabea

Video

Lesson

9_Davids Sin with Bathsheba Riferimento alla scrittura: 1 Samuele capitoli 11-12

Intuizione suggerita: Quando vediamo un amico che fa qualcosa di sbagliato, dovremmo parlargli e aiutarlo ad essere buono.

2 storia Introduzione_BBB3 Storytelling_BBB'histoire_BBB4 domande di revisione revisione_BBB5 Attività di apprendimento_BBB'apprentissage_BBB6 Altre risorse online_BBB

Visualizzazione della storia:

Anche se Davide fu un buon re, venne un momento in cui non scelse di seguire il Signore. Quando guardò giù dal tetto del suo palazzo, vide una bella donna, Betsabea, che faceva il bagno. Questo portò Davide a commettere adulterio con Betsabea. Quando Betsabea rimase incinta, Davide fece in modo che suo marito venisse ucciso per poterla sposare. Il profeta Nathan mise Davide di fronte al suo peccato. Il cuore di Davide era tale che si pentì del suo peccato e chiese al Signore di perdonarlo.

Studio di sfondo:

Le cose andavano bene in Israele. Davide era un buon re. Era ancora l’uomo che Samuele aveva descritto a Saul come “un uomo secondo il suo cuore” (1 Samuele 13:14). Davide aveva una grande famiglia, viveva in un magnifico palazzo e deteneva il possesso esclusivo del potere in Israele. La storia seguente ci ricorda che nessuno è immune dalla tentazione.

L’esercito di Davide era fuori Gerusalemme a combattere contro gli Ammoniti. Per qualche ragione, David decise di non seguirli. Forse era pigro o si stava concedendo una vacanza. Qualunque sia la ragione, è stato disastroso per Davide perdere la spedizione militare di primavera. Invece, Davide si trovò al palazzo di Gerusalemme con molto tempo a disposizione. Nel suo tempo libero, Davide vide un’attraente donna sposata, Betsabea, mentre faceva il bagno sul tetto della sua casa. Il marito di Betsabea era via a combattere contro gli Ammoniti, quindi era sola. Davide la portò a palazzo ed ebbe una storia d’amore con lei.

Quando lei rimase incinta, Davide annunciò che il marito di Betsabea, Uria l’ittita, era stato mandato via dalla battaglia (doveva venire a riferire al re). Davide sperava che Uria dormisse con sua moglie e pensasse che il bambino fosse suo. Invece, Uria si rivelò un uomo più onorevole di Davide. Dopo essersi presentato al re, rifiutò di andare a letto con sua moglie perché sentiva di non poterlo fare mentre tutti i suoi compagni erano ancora in battaglia. Davide cercò persino di farlo ubriacare, ma Uriaco non volle comunque andare a letto con Betsabea.

Davide allora rimandò Uriaco in battaglia e fece in modo che venisse ucciso. A tutti gli altri, questa sembrava un’altra vittima della guerra. Il segreto di Davide sembrava sicuro, così sposò Betsabea. (Vedi 1 Samuele 11)

Nei mesi dopo che Betsabea diede alla luce suo figlio tra i suoi due peccati di adulterio e omicidio, è ovvio che Davide può aver taciuto la sua coscienza. Ma Dio sapeva che c’era una questione in sospeso tra lui e il re colpevole. Così mandò il profeta Nathan a Davide. La parabola del profeta risvegliò il senso di giustizia di Davide (12:1-10). E quando Davide apprese che lui era il ricco, Uria era il povero, e Bath-Sceba era l’agnello delle pecore. Ora sapeva che non poteva nascondere i suoi peccati al Signore; doveva fare una confessione (12:13 e Salmi 32 e 51).

Ma anche il peccato confessato ha delle conseguenze. Nel caso di Davide, le conseguenze non includevano la morte del peccatore (12:13). Ma Natan disse: “La spada non si allontanerà mai dalla nostra casa” (12:10) – una profezia che cominciò a realizzarsi quando tre dei figli di Davide morirono violentemente. In un certo senso, questa profezia si è anche adempiuta nella morte del più grande discendente di Davide, Gesù. Inoltre, Davide sarebbe stato umiliato in pubblico (12:11-12) e suo figlio da Betsabea sarebbe morto di malattia (12:14).

Anche così, il successivo re d’Israele, Salomone, nacque più tardi da Davide e Betsabea (12:24).

Come presentare la storia:

Mostra immagini del matrimonio e parla delle promesse che facciamo ai matrimoni. Discutere su come promettiamo di rimanere fedeli al nostro partner. Promettiamo di non avere mai un’altra ragazza o un altro ragazzo oltre alla persona che sposiamo. “Nella storia di oggi, impareremo una volta in cui qualcuno non ha mantenuto le sue promesse di matrimonio”.

La storia:

David era un buon re. Amava Dio e cercava di essere gentile con le persone. Davide cercò di fare le cose che Dio diceva. Ma non è sempre stato bravo. Una volta fece un errore molto grande.

Nella primavera di quell’anno, l’esercito di Israele andò in guerra contro i loro nemici, gli Ammoniti. Di solito il re Davide accompagnava l’esercito, ma questa volta decise di rimanere a casa nel suo palazzo a Gerusalemme. Una notte David non riusciva a dormire e decise di fare una passeggiata. Il tetto del suo palazzo era bello e fresco. Era pianeggiante e un buon posto per camminare. David ha iniziato a camminare sul tetto piatto. Mentre era lì, David vide qualcosa che si muoveva sul tetto di un’altra casa. Guardò più da vicino e si rese conto che era una donna che stava facendo il bagno. Davide disse al suo servo di andare a dire alla donna di venire al suo palazzo.

Il nome della donna era Betsabea. Il marito di Betsabea, Uria l’ittita, stava combattendo nell’esercito di Davide. Davide e Betsabea divennero fidanzati. Betsabea era già sposata, quindi quello che fecero fu sbagliato.

David mandò un messaggio al suo generale dell’esercito. Chiese al generale dell’esercito di mandare Uria a Betsabea. In questo modo tutti avrebbero visto Betsabea e suo marito insieme e non avrebbero mai immaginato che lei e Davide avevano fatto qualcosa di sbagliato.

Ma Uria era un uomo buono. Andò direttamente dal re Davide e gli raccontò delle battaglie. Era così preoccupato per tutti i soldati che aveva lasciato in battaglia che non andò nemmeno da Betsabea. Uriah pensava che non sarebbe stato giusto vedere sua moglie quando nessuno degli altri soldati poteva vedere le loro mogli. Davide cercò persino di ingannare Uria per andare a trovare Betsabea. Lo fece ubriacare, ma Uriaco ancora non andò a trovare Betsabea.

Finalmente, Davide fece un’altra cosa terribile. Ha scritto una lettera al suo generale dell’esercito. Disse al generale di ordinare a Uria di combattere in una battaglia. Quando il combattimento è molto difficile, il generale dovrebbe dire a tutti gli altri soldati di stare indietro e smettere di aiutare Uriah a combattere. Il generale fece come Davide chiese e Uria fu ucciso nella battaglia.

Quando Davide sentì la notizia, mandò a chiamare Betsabea e la sposò. Ben presto Betsabea ebbe un bambino. David pensava che nessuno avrebbe mai scoperto quello che aveva fatto. Ma Dio sapeva cosa aveva fatto Davide.

Nathan era un profeta del Signore. Ha seguito Dio e ha insegnato agli altri come essere buoni. Dio disse a Nathan di andare dal re Davide. Il Signore voleva che Nathan dicesse al re che quello che stava facendo era sbagliato. A volte le altre persone hanno bisogno di aiutarci a notare quando non stiamo facendo quello che dovremmo fare.

David era felice di vedere Nathan. Non pensava che Nathan sapesse quello che lui e Betsabea avevano fatto, quindi si comportava come se tutto andasse bene. Nathan raccontò a Davide una storia. Ha detto che una volta c’erano due uomini che vivevano in una città. Uno degli uomini era ricco. Aveva molte pecore e bestiame. L’altro uomo era molto povero. Tutto quello che aveva era un agnellino di pecora che aveva comprato. L’agnello era un animale domestico. Lui e i suoi figli amavano l’agnellino. Mangiava il cibo alla tavola dell’uomo e dormiva anche nello stesso letto dell’uomo.

Un giorno l’uomo ricco ebbe un visitatore che aveva molta fame. L’uomo ricco aveva molte pecore, ma decise di andare a rubare l’agnellino dalla casa del suo vicino. Rubò l’agnello e poi lo uccise e lo cucinò per farlo mangiare al visitatore.

David era molto arrabbiato. Disse a Nathan che l’uomo ricco era molto cattivo. Quello che ha fatto era sbagliato e doveva essere punito.

Allora Nathan guardò Davide e disse: “Tu sei quell’uomo! Il Signore mi ha detto di dirti che sei cattivo come quell’uomo ricco. Sarai punito per il peccato che hai commesso contro Uria. Tu avevi tutte le ricchezze del regno e Uria era povero e aveva solo sua moglie che amava. Hai preso sua moglie e l’hai uccisa. A causa del tuo peccato, ora ti accadranno cose brutte. La tua famiglia litigherà sempre e tuo figlio morirà.

Sono successe cose brutte a David. La piccola Betsabea era appena morta. I figli di David cominciarono a non piacergli e c’erano sempre litigi.

David era davvero dispiaciuto per quello che aveva fatto. Ha pregato il Signore e gli ha chiesto di perdonare i suoi peccati. Il Signore sapeva cosa c’era nel cuore di Davide. Non si è limitato a dire che gli dispiaceva. David era veramente dispiaciuto per quello che aveva fatto. Il Signore perdonò a Davide il suo peccato. Ben presto Davide e Betsabea ebbero un altro figlio. Lo chiamarono Salomone.

Come raccontare la storia:

Questa storia può essere raccontata con diversi metodi. Rimanete sempre fedeli ai fatti che si trovano nella Bibbia, ma aiutate i bambini a connettersi usando il teatro, gli aiuti visivi, le inflessioni vocali, le interazioni degli studenti e/o le emozioni.
Clicca qui per i supporti visivi e i metodi di narrazione.

Clicca qui per scaricare queste illustrazioni e lo slideshow. Sii selettivo. Ogni insegnante è unico, usa solo le illustrazioni che meglio si adattano al modo in cui stai raccontando la storia in QUESTA lezione. Troppe illustrazioni possono confondere, quindi elimina quelle che coprono altre storie o dettagli che non vuoi sottolineare in questa lezione.

Domande di ripasso:

  1. Cosa stava facendo Betsabea quando Davide la vide per la prima volta? Lei faceva il bagno di notte sul suo tetto
  2. Perché era sbagliato che Betsabea fosse la ragazza di Davide? Era sposata con Uria l’ittita
  3. Come è morto Uria? Davide ordinò al suo generale di metterlo in battaglia e di lasciarlo solo per essere ucciso.
  4. Quale profeta raccontò a Davide la storia di un agnellino? Nathan
  5. Dopo la morte del loro primo figlio, come si chiamava il secondo figlio di Davide e Betsabea? Salomone

Attività di apprendimento e artigianato:

Attività:

  • Leggete il settimo comandamento (Esodo 20:14) e discutetene. I bambini più piccoli possono capire che adulterio significa avere un fidanzato o una fidanzata che non sia un marito o una moglie.
  • Discutere le situazioni in cui un amico ti ha fatto notare qualcosa che stavi facendo male. Te l’hanno detto gentilmente? Eri imbarazzato? Hai smesso di fare la cosa sbagliata? Siete ancora amici?
  • Nominate le persone che ci aiutano ad essere buoni: polizia, insegnanti, preside, predicatore, medico, ecc.
  • I bambini più grandi possono discutere le differenze tra criticare (indicare i difetti senza dare suggerimenti) e rimproverare come fece Nathan (indicare un difetto e aiutare qualcuno ad essere migliore)
  • Scegliete uno studente sicuro di sé che vi aiuti con questa idea. Fate allo studente una domanda sulla storia e lasciate che risponda (possono rispondere correttamente o erroneamente, a loro scelta). Una volta che hanno risposto, dite a tutti quelli che sono d’accordo di alzarsi. Chiunque non sia d’accordo dovrebbe sedersi sul pavimento. Poi dite loro di dirvi la risposta corretta. Fai una serie di domande in questo modo. Di solito i bambini amano questo gioco.

Craft:

  • Fai un cuore e parla di come il cuore di Davide era duro, poi divenne di nuovo tenero quando Nathan lo rimproverò.
  • Fai un qualsiasi lavoretto con un agnello e discuti la parabola di Nathan.

Guarda le idee di insegnamento su questo sito web per idee che possono essere adattate a qualsiasi lezione.

Altre risorse online:

  • Fogli di lavoro: Ci sono un certo numero di fogli di lavoro del Vecchio Testamento al seguente link. Dovrai scorrere un po’ più in basso fino a “Fogli di lavoro per la scuola domenicale da Samuele/Re/Cronache”, poi scorrere fino al prossimo – “Re Davide”.Il link è http://www.squidoo.com/
  • Suggerimenti per attività su http://www.ehow.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *