Il Segretario di Stato dell’Iowa contesta la rivendicazione del gruppo sulla registrazione degli elettori

Otto contee dell’Iowa hanno più elettori registrati che la loro popolazione totale in età di voto – quasi 19.000 – secondo i dati rivelati da Judicial Watch, un’organizzazione conservatrice senza scopo di lucro, ma il Segretario di Stato dell’Iowa Paul Pate ha contestato la rivendicazione di Judicial Watch.

Paul Pate, un repubblicano, dice che i numeri presentati da Judicial Watch sono “palesemente falsi”.

“È spiacevole che questa organizzazione continui a pubblicare dati inesatti sulla registrazione degli elettori, ed è particolarmente sconcertante che abbiano scelto il giorno del caucus dell’Iowa per farlo”, ha detto Pate in una dichiarazione.

“Il mio ufficio ha spiegato a questa organizzazione, e ad altre che hanno fatto affermazioni simili, che i loro dati sull’Iowa sono completamente falsi e le loro dichiarazioni fuorvianti minano la fiducia degli elettori ai seggi. “

La contea di Dallas ha avuto la più grande discrepanza, quasi il 15 per cento di elettori registrati in più di quanto fosse fisicamente e legalmente possibile. La contea di Warren ha avuto la discrepanza più piccola, solo lo 0,5%, secondo Judicial Watch.

Le discrepanze non sono necessariamente prove di frode elettorale. A volte le persone rimangono nei registri elettorali anche dopo che lasciano lo stato o muoiono, e nel tempo, le registrazioni errate possono accumularsi.

Tuttavia gli stati sono tenuti a fare uno “sforzo ragionevole” per ripulire i loro registri elettorali secondo il National Voter Registration Act del 1993.

“I registri degli elettori falsi possono significare elezioni false, e l’Iowa deve intraprendere un serio sforzo per affrontare i suoi registri degli elettori”, ha detto il presidente di Judicial Watch Tom Fitton in una dichiarazione del 3 febbraio.

Anche i tassi di registrazione degli elettori inferiori al 100% della popolazione eleggibile possono indicare liste disordinate, poiché è improbabile che ogni persona eleggibile si sia registrata.

La contea di Polk, la più grande dell’Iowa, ha un tasso di registrazione di quasi il 96%, che Judicial Watch ha definito “eccezionalmente alto”.

L’Iowa è il primo stato a dare il via alle elezioni primarie con i caucus democratici del 3 febbraio. L’ultimo sondaggio Emerson, tenutosi dal 31 gennaio al 2 febbraio, ha mostrato il senatore Bernie Sanders (indipendente-Vermont) in testa con il 28%. L’ex vicepresidente Joe Biden lo segue con il 21%.

L’ultimo sondaggio della Monmouth University, tenutosi dal 23 al 27 gennaio, ha mostrato Joe Biden con il 23% dei voti e Bernie Sanders con il 21%.

Pulizia dei registri

Almeno 2,5 milioni di registrazioni di elettori in più sono nei registri in 378 contee in tutto il paese, secondo Judicial Watch.

Judicial Watch ha scoperto l’eccesso di registrazioni analizzando i dati rilasciati dalla U.S. Election Assistance Commission, una commissione indipendente e bipartisan creata dall’Help America Vote Act del 2002 (HAVA). La Election Assistance Commission sviluppa linee guida su come soddisfare i requisiti HAVA, adottando linee guida sul sistema di voto volontario e fungendo da camera di compensazione nazionale per l’amministrazione delle elezioni.

Quattro degli stati in cui gli elettori sono registrati in eccesso – Pennsylvania, North Carolina, Virginia e Colorado – sono anche stati “battleground” che giocheranno un ruolo importante nel determinare le elezioni presidenziali di quest’anno.

Molte organizzazioni non profit, tra cui Judicial Watch, hanno intentato cause per costringere gli stati a conformarsi alla legge nazionale sulla registrazione degli elettori.

I registri degli elettori disordinati possono presentare un’opportunità di frode elettorale, ma il rischio dipende anche dalle leggi statali. In Florida, per esempio, hai solo bisogno di fornire un nome, un indirizzo e una data di nascita per ricevere una scheda elettorale per posta. In Iowa, la domanda per il voto per corrispondenza richiede anche un numero di patente di guida o un “PIN dell’elettore” – un numero su una carta d’identità che ogni elettore può richiedere.

Negli ultimi anni, Judicial Watch ha raggiunto tre accordi a livello statale con California, Ohio e Kentucky per rimuovere milioni di elettori indesiderati dai loro registri.

La contea di Los Angeles, in particolare, ha accettato di rimuovere fino a 1,5 milioni di registrazioni inattive.

La contea di San Diego ha rimosso 500.000 nomi inattivi dai registri degli elettori, ma continua ad avere un tasso di registrazione degli elettori del 117%, uno dei più alti tassi di sovra-registrazione del paese.

Sostieni Epoch Times da £1

Puoi aiutarci a tenerti informato

Perché abbiamo bisogno del tuo sostegno? Perché Epoch Times è un media indipendente che non riceve alcun sostegno statale e non è di proprietà di alcun gruppo politico o finanziario. Il giornalismo libero e indipendente è sempre più difficile da ottenere in questi tempi in cui la verità è sia sempre più necessaria che sempre più censurata. Ecco perché abbiamo bisogno del vostro sostegno. Ogni donazione è importante e ti dà diritto a una detrazione fiscale del 66%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *