Il telefono senza fili, ma non senza onde…


CT0

La prima generazione di telefono senza fili si chiama CT0 (CT per Cordless Telephony generation 0). Apparso negli anni 1980, utilizzava un segnale analogico, inviato in banda FM (modulazione di frequenza), con frequenze di 26,3-26,5 MHz e 41,3-41,5 MHz.

Questi telefoni furono commercializzati fino al 1999 in Francia. Avevano un’antenna telescopica.

CT1

La generazione CT1 fu usata principalmente in Germania e nei paesi scandinavi dal 1984. Anche il segnale è di tipo analogico. Le frequenze utilizzate sono superiori a quelle della generazione precedente: 915 – 915 MHz in trasmissione e 959-960 MHz in ricezione.

CT1+

Questa generazione, anche analogica, utilizza frequenze a 885-887 MHz in trasmissione e 930-932 MHz in ricezione. È stato usato dal 1987.

CT2

La generazione CT2, apparsa nel 1989, utilizza un segnale digitale. La base e il portatile comunicano sulla stessa frequenza (864-868 MHz). La grande differenza con le generazioni precedenti è il segnale digitale (digital) e non analogico e soprattutto nel fatto che questa tecnica utilizza segnali pulsati (a 500 Hz). Esistono forti presunzioni sul potenziale pericolo, delle onde ad alta frequenza in generale, ma delle onde pulsate in particolare (vedi il nostro articolo: http://pollution-electromagnetique.over-blog.com/2016/04/ondes-pulsees.html).

DECT

I primi telefoni con tecnologia DECT (Digital Enhanced Cordless Telecommunication) sono apparsi nel 1995. Questa generazione ha sostituito tutte le versioni precedenti. Questa tecnologia utilizza frequenze digitali a 1,9 GHz con impulsi a bassa frequenza (100 Hz)

Oggi, il telefono cordless con tecnologia DECT è ultra-maggioritario in Europa. La comodità di questo telefono (che non ha più un’antenna telescopica e la cui portata è diventata maggiore) è evidente. Inoltre, le comunicazioni delle vecchie generazioni analogiche potrebbero essere “violate” da una terza persona.

Tuttavia, il suo uso è sempre più criticato, esistono molte testimonianze relative in particolare all’alterazione della qualità del sonno (vedi il nostro articolo sulle onde pulsate). La pulsazione, oltre all’alta frequenza, genera correnti elettriche cerebrali visibili da un elettroencefalogramma. Vedere un articolo interessante sul seguente sito:http://www.robindestoits.org/ETUDE-les-telephones-sans-fil-DECT-et-le-WiFi-provoquent-des-irregularites-cardiaques-23-10-2010_a1138.html

Gli esperimenti mostrano che l’applicazione di un’onda con una frequenza vicina a 600 kHz (applicata per diversi secondi a diversi minuti) e con una PSD (densità di flusso di potenza) di circa 100.000 W/m2 produce effetti macroscopici (ablazioni) sui tessuti biologici (CF: brevetto WO 3020/009141).

Nota: per la definizione di PSD vedi il nostro articolo: http://pollution-electromagnetique.over-blog.com/2016/03/relation-mathematiques-entre-unites.html

Con la tecnologia DECT, e a seconda di certi tipi di dispositivi, la stazione base emette permanentemente onde pulsate, anche quando il telefono non è in uso.

Abbiamo anche potuto verificare, con un rilevatore di alta frequenza, che la stazione base emette fortemente quando il ricevitore non è riattaccato (anche se nessuna comunicazione è in corso). Abbiamo anche potuto verificare che alcune basi DECT emettono superfici di densità di potenza (PSD) più importanti di un terminale Wi-FI! Le onde sono rilevabili a diversi metri intorno alla base.

A tal fine, guardate il nostro video qui sotto, dove vediamo l’emissione elettromagnetica emessa dalla base DECT quando il telefono non è più posizionato su di essa:

È quindi essenziale, se possibile, ottenere un vecchio telefono con cavo. Se questa non è la vostra scelta (per comprensibili ragioni pratiche), è meglio prendere un telefono senza fili che utilizza la tecnologia CT1 o CT1+.

Se, tuttavia, vi è impossibile o se non volete cambiare il vostro telefono, si dovrebbero prendere le seguenti precauzioni:

  • rimuovere la base dalle aree di vita dove passate molto tempo (camera da letto, ufficio …)
  • lasciare sempre il portatile sulla base quando non c’è una comunicazione in corso.

Molti telefoni che usano la tecnologia CT1+ sono ancora presenti sul mercato. Gli ultimi rimasti sono:

  • “France Telecom Amarys 165”, ancora disponibile su Priceminister a meno di 30€
  • “Philips Icana 5250” più difficile da trovare
  • “Philips Evalia 5500” anche questo difficile da trovare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *