Intrapreneurship: definizione, esempio e competenze

Intrapreneurship è un insieme di metodi e processi con cui una persona arriva ad essere imprenditoriale all’interno della sua azienda. Come dice il nome, si tratta quindi di intrapreneurship. Così, un intrapreneur è sia un dipendente che un imprenditore che sviluppa un progetto rilevante per la sua organizzazione.

Esempio di intrapreneurship

Per darvi un esempio, abbiamo selezionato un articolo dal sito Innovation Management che ci parla dell’azienda agricola americana Simplot. Specialista delle patate, Simplot è diventato il più grande fornitore di McDonald negli anni ’70. Ed entro il 2005, l’azienda americana forniva più della metà delle patatine per la catena di fast food in tutto il mondo.

Come ha fatto Simplot a diventare una delle più grandi aziende private del mondo? Attraverso un’innovazione: la patata disidratata, che più tardi divenne la patatina fritta congelata. L’idea non è venuta a Jack Simplot – il fondatore dell’azienda – ma ai dipendenti sul campo. La filosofia di Jack Simplot è sempre stata quella di concentrarsi sul reclutamento di persone di talento. Perché di fronte ai problemi sul campo, i dipendenti hanno idee di soluzioni che devono essere ascoltate. L’azienda continua quindi a concentrarsi sul reclutamento di talenti e sulla formazione di queste nuove leve nei metodi di innovazione partecipativa. I dipendenti così formati potranno poi sviluppare progetti di intrapreneurship se le loro idee e iniziative si rivelano rilevanti.

Il bello dell’innovazione partecipativa e dell’intrapreneurship è che danno vita a soluzioni innovative. E a volte, finché queste soluzioni non esistono, non si sa nemmeno di averne bisogno. Inoltre, questi metodi rimettono le persone al centro e valorizzano i dipendenti.

L’intrapreneurship inizia con la proposta di idee

Non tutti sono pronti per l’intrapreneurship. Perché non tutti sono intrapreneur nel cuore. Infatti, l’intrapreneur non si ferma a proporre semplicemente una soluzione o un’idea. Lo sviluppano passo dopo passo: dalla prototipazione, ai test su larga scala, e infine all’industrializzazione. L’imprenditore si trova quindi di fronte a sfide per le quali bisogna essere pronti e motivati.

D’altra parte, se alcuni dipendenti non si sentono intrapreneur, hanno comunque delle idee! E queste idee dobbiamo ascoltarle. Dalla scatola delle idee alla piattaforma di innovazione partecipativa, sta a voi scegliere la forma che questo dispositivo prenderà. Ma quello che è certo è che è l’esecutore che lo sa. In altre parole, il dipendente che si trova di fronte a un irritante sul terreno è la persona più in grado di identificare questo irritante, e di trovare la soluzione per risolverlo.

Una volta che avete impostato un dispositivo per ascoltare i vostri dipendenti, essi saranno in grado di formare team di progetto per applicare le idee proposte e impegnarsi concretamente nell’intrapreneurship.

Competenze necessarie per l’intrapreneurship

Per fare in modo che i tuoi dipendenti immaginino e soprattutto sviluppino idee che vadano a beneficio della tua azienda, devono iniziare a sviluppare alcune competenze chiave.

Saper identificare i fattori irritanti

L’intrapreneurship inizia con l’identificazione dei problemi. Poi bisogna capire il problema e come funziona. L’intrapreneur deve anche capire le persone intorno al problema. Il design thinking è uno dei metodi utilizzati per comprendere meglio gli irritanti. Questi metodi permettono di definire ciò che deve essere fatto (nell’organizzazione o in un team) e di capire perché. Fino al punto di identificare e individuare i fattori irritanti che impediscono al lavoro di essere fatto al meglio.

Avere un senso degli affari

Molti intrapreneurs hanno buone idee, anche molto buone. Ma non sempre sanno come presentarli o spiegare il loro valore aggiunto in modo convincente. Metodi come il business canva o l’analisi SWOT possono aiutarli ad articolare meglio le loro proposte. Non esitate a formare i vostri dipendenti in questi metodi, e lasciate loro dei modelli da compilare.

Siate a vostro agio nel presentare

L’imprenditorialità implica sapere come presentare la vostra idea. Infatti, agli intrapreneur viene spesso chiesto di spiegare il loro progetto. Eppure, una bella presentazione – sia esteticamente che pedagogicamente – può fare la differenza.

Avere una buona capacità di prototipare

La fase di prototipazione può essere attivata in diversi modi. Per esempio durante un hackaton se è per far progredire lo sviluppo di un prodotto. Tutto dipende dalla natura del progetto. Ti consigliamo di organizzare un webinar per i tuoi collaboratori, per spiegare i diversi metodi di prototipazione, i diversi metodi di calcolo del ROI, ecc. In altre parole, si tratta di spiegare loro come generalizzare un’innovazione e come misurarne il successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *