Istituzione della Conferenza delle Scuole di Alta Formazione Culturale

Gli è stato chiesto di formulare, in una prima tappa della sua missione, proposte operative per la
costituzione di una Conferenza che riunisca il centinaio di istituti di alta formazione culturale,
come seguito degli scambi tra le scuole e Frédéric Mitterrand durante il loro incontro del 6 ottobre.

Jean de Saint Guilhem ha potuto confermare l’aspettativa della stragrande maggioranza dei direttori scolastici di un luogo per
scambiare esperienze e pensieri così come comunicare e promuovere
la formazione artistica e culturale nei confronti dei futuri studenti, del pubblico, dei media e della comunità accademica
nazionale e internazionale. Questa conferenza contribuirà all’arricchimento del dialogo di queste
scuole con i ministeri incaricati della cultura, dell’istruzione superiore e della ricerca, con le
autorità locali, la Conferenza dei Presidenti delle Università o la Conferenza delle Grandes Ecoles.

Ha considerato che gli attuali modelli di conferenze di scuole o università non sono trasponibili
direttamente e ha proposto un’organizzazione flessibile della Conferenza delle Scuole di Alta Formazione Culturale, costituita
in forma associativa, sulla base della libera adesione, contando sulle specificità e i valori comuni di
queste scuole. Questa conferenza sarebbe organizzata in quattro collegi (architettura, arti visive, arti dello spettacolo, patrimonio) ai quali si aggiungerebbero la FEMIS e l’INA-SUP. Unirà il lavoro su temi comuni e il lavoro dei collegi.

Frédéric Mitterrand e Laurent Wauquiez hanno chiesto a Jean de Saint Guilhem di creare un ufficio provvisorio nell’ambito della sua missione di preparare gli statuti, determinare i primi temi di lavoro comuni e redigere un progetto di testo che definisca i principi e i valori rappresentativi della specificità dell’insegnamento dell’arte e della cultura.

Il rapporto finale, che sarà presentato ai due ministri entro la fine di marzo, delineerà le
prospettive di sviluppo a lungo termine dell’istruzione superiore Cultura e includerà proposte per
migliorare il suo posto e il suo contributo all’interno dell’intera istruzione superiore francese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *