Judas Priest: morte di Dave Holland

Il batterista Dave Holland è morto all’età di 69 anni, all’ospedale universitario di Lugo, in Spagna.

La causa esatta della morte non è ancora nota, ma il suo funerale ha già avuto luogo (la morte era datata 16 gennaio, ma è stata annunciata solo il 22 gennaio).

Il musicista risiedeva a Fonsagrada, nel nord-ovest della Spagna, dopo aver scontato diversi anni di prigione in Inghilterra per il tentato stupro di una giovane adolescente.

Il batterista era stato accusato nel 2004 del tentato stupro di una 17enne che viveva nel suo quartiere nel Northamptonshire, Inghilterra. Era il suo insegnante di batteria all’epoca. Il giovane aveva infine denunciato il suo aggressore con una lettera ai suoi genitori.

Dave Holland ha sempre negato i fatti e aveva annunciato il progetto di un’autobiografia per raccontare tutta la sua vita e la sua carriera.

Da quando sono avvenuti i fatti, viveva in completa segretezza in questa regione della Spagna ed era descritto dai suoi vicini come “molto bello ed educato”.

Si era unito ai Judas Priest nel 1979, e rimase con la band per circa dieci anni, suonando negli album “British Steel” (1980), “Point Of Entry” (1981), “Screaming For Vengeance” (1982), “Defenders Of The Faith” (1984), “Turbo” (1986) e “Ram It Down” (1988). Lasciò la band nel 1989 e fu sostituito da Scott Travis. Dave Holland aveva anche co-fondato la band Trapeze con Glenn Hughes e Mel Galley, con cui avevano precedentemente suonato nei Finders Keepers.

Dave Holland era quindi uno dei sei batteristi ufficiali dei Judas Priest, insieme a John Hinch, Alan Moore, Simon Phillips, Les Binks e Scott Travis.

La band Judas Priest ha parlato dopo l’annuncio della morte tramite Blabbermouth.net: “è con grande rammarico che abbiamo appreso della scomparsa di Dave Holland. Nonostante quello che ha fatto dopo aver lasciato la band, il tempo che abbiamo condiviso con lui quando era con noi è stato molto produttivo e di successo. Per questo motivo, ci mancherà.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *