KeepSchool > Schede di lezione > Scuola media > Tedesco > Casi e declinazioni

Keepschool Tutoring

Casi e declinazioni

1 – I diversi casi

In tedesco ci sono 4 casi diversi, ognuno dei quali è usato secondo la funzione grammaticale che la frase sostantiva ha nella frase. Ecco perché è molto importante che tutto questo sia già chiaro in francese per essere a proprio agio con le declinazioni in tedesco.

Ecco quindi i quattro casi usati in tedesco insieme alla funzione corrispondente:

Soggetto e attributo soggetto Nominativo Der Hund ist alt
(il cane è vecchio)
C.O.D Accusativo Ich sehe den Hund
(vedo il cane)
C.O.I Dativo Ich gebe dem Hund ein Bonbon
(Io do al cane una caramella)
Complemento sostantivato Genitivo Das ist die Hütte des Hundes
(Questa è la cuccia del cane)
Funzione nella frase Caso usato Esempio

Possiamo notare dalla tabella soprasopra che l’articolo cambia il suo finale a seconda del caso usato, questo si chiama declinazioni.

Indipendentemente dalla funzione occupata nella frase, l’accusativo, il dativo e il genitivo possono essere usati in altre circostanze: dopo certe preposizioni, certi verbi, per indicare il luogo (locativo e direttiva), ecc. Ma tutto questo sarà discusso più avanti.

2 – Le declinazioni

La declinazione dell’articolo determinativo

È l’articolo determinativo che porta il marchio del genere, del numero e del caso del nome a cui si riferisce, lo stesso vale per gli aggettivi dimostrativi e interrogativi (dieser, welcher). Si declina come segue:

Nominale Der Die Das Die
Accusativo Den Die Das Die
Dativo Dem Der Dem Den
Genitivo Des Der Da Der
Caso Maschio Femmina Neutro Plurale

La declinazione dell’articolo indeterminato

Gli aggettivi possessivi (mein, dein, sein, ecc.) così come l’articolo parziale kein decline sullo stesso modello.

Nominal Ein Eine Ein
Acusativo Einen Eine Ein
Dativo Einem Einer Einem
Generativo Eines Einer Eines
Caso Maschio Femmina Neutro Plurale

La declinazione forte del nome

Il nome subisce pochi cambiamenti durante le declinazioni, Tuttavia i nomi maschili e neutri prendono a – (e) s – nel genitivo singolare e tutti i nomi plurali prendono a – n – nel dativo.

NB: quando non c’è l’articolo (art. indefinito) nel dativo plurale, il sostantivo prende ancora il segno del dativo plurale, cioè – n – alla fine della parola.

Piccolo trucco: c’è un semplice modo memo-tecnico per dire, nel dativo plurale, – n – ovunque.

  • Die Hütte des Hundes
  • Ich gebe den Kindern Bonbons.

NB: i sostantivi di origine straniera che fanno il loro plurale in – s – sfuggono a questa regola, naturalmente, come das Auto, die Autos o come sopra das Bonbon, die Bonbons.

La declinazione debole del sostantivo

Ci sono un buon centinaio di sostantivi maschili, che denotano esseri animati (professioni, titoli, nazionalità, animali, ecc.) chiamati maschili deboli che prendono una – n – alla fine della parola in tutti i casi tranne il nominativo singolare.

Alcuni esempi comuni: der Junge, der Kunde, der Löwe, der Bauer, der Franzose, ecc.

Nominativo Der Junge Die Jungen
Accusativo Den Jungen Die Jungen
Dativo Dem Jungen Den Jungen
Generativo Des Jungen Der Jungen
Caso Singolare Plurale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *