Le mani canterine dei Daft Punk

Pubblicità

Leggi tutto

Daft Hands, il termine probabilmente non ti dice niente. Ma avrete visto – come 23 milioni di utenti internet! – questo video dove una persona anonima ricompone con pezzi di parole scritte sulle sue mani il testo di una hit dei Daft Punk. Il risultato è ipnotico.

Il primo video dei Daft hands: “Harder, Better, Faster, Stronger”:

Il Papayes Hands

Il francese fa il Daft Hands

Pierre Garnier è un francese che si è ispirato al Daft Hands e con due amici ne ha fatto una sua versione, il Papayes Hands.

Ho scoperto i Daft Hands in un programma televisivo francese (Tracks), poco meno di un anno fa. Avevano suonato il primissimo video che sfruttava il concetto sulla hit dei Daft Punk “Harder, Better, Faster, Stronger”. L’ho trovato originale, divertente e anche impressionante, in un certo senso, perché è stato difficile da realizzare. Su Internet, il video era una vera mania, tutti lo condividevano. Molto rapidamente, fu copiato, tutti volevano fare la propria versione, alcuni con le unghie sporche, altri con anelli alle dita o addirittura usando tutto il corpo… Con due amici, abbiamo deciso di utilizzare il concetto su una canzone divertente che abbiamo sentito il giorno prima in una festa. L’abbiamo pubblicato su Dailymotion per scherzo. Per noi era solo una questione di tre dita che si agitavano, solo per divertimento. E poi abbiamo iniziato a ricevere molti messaggi. Alcune persone ci hanno detto che altri avevano fatto un lavoro migliore del nostro su un video dei Daft Punk senza capire che il nostro video era solo un omaggio umoristico e senza pretese al video originale. Comunque, siamo finiti sulla homepage del sito e il nostro video è stato persino riprodotto alle feste organizzate da Dailymotion!”

L’esibizione di Austin Hall in diretta sulla televisione americana

“Non mi aspettavo molto”

Austin Hall è lo studente americano che ha creato Daft Hands.

Ho avuto l’idea di Daft Hands a scuola durante un esame. Ero un po’ annoiato e avevo questa canzone dei Daft Punk in testa. Ho iniziato a scrivere il testo sulle dita, così, senza motivo, e poi ho pensato che sarebbe stato divertente immaginarci una piccola danza. Quando sono tornato a casa, ho riascoltato la canzone e poi ho praticato la mia piccola coreografia per qualche giorno. Ho poi registrato questo video e l’ho postato su YouTube. Questo era nel giugno 2007, credo. Il video è diventato rapidamente molto popolare. Sono stato persino invitato a eseguirla dal vivo all’Ellen DeGeneres Show (un talk show molto famoso negli Stati Uniti). Ho anche lanciato una serie di accessori con un logo Daft Hands fatto con Photoshop (qui). Ci sono vestiti, tazze, distintivi… Di nuovo, non mi aspettavo molto da questo, ma sono stato sorpreso di vedere che ha funzionato abbastanza bene. Certo, non ci guadagno abbastanza, ma ho clienti da tutto il mondo: Danimarca, Canada, ecc. Non mi faccio illusioni, so che un giorno o l’altro il brusio si spegnerà. Ma penso che Daft Hands rimarrà ancora un riferimento nella cultura video di Internet

Daft Bodies

Segui tutte le notizie internazionali scaricando l’app di RFI

google-play-badge_IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *