Lo spirito del mondo: Orgoglio della vita, lussuria degli occhi e lussuria della carne!

Condividi articolo su

1 Giovanni 2.16-17: Perché tutto ciò che è nel mondo, la concupiscenza della carne, la concupiscenza degli occhi e l’orgoglio della vita, non viene dal Padre, ma è del mondo. E il mondo passa, e la sua concupiscenza; ma chi fa la volontà di Dio rimane per sempre.

Il mondo e tutto ciò che lo caratterizza è sotto l’influenza di Satana. La Bibbia ci fa sapere che è il padre della menzogna. Lui governa il mondo con i suoi agenti. Il loro obiettivo principale è quello di impedire all’uomo di adorare il suo vero creatore, di allontanarlo dal piano di salvezza di Dio, di seminare confusione tra il popolo di Dio. Usano strategie come: orgoglio della vita, lussuria degli occhi e lussuria della carne. Vediamo insieme in cosa consiste e quali conseguenze potrebbe portare.

Pride of life.

Proverbi 18:12: Prima della rovina si innalza il cuore dell’uomo; ma l’umiltà precede la gloria.

Al contrario dell’umiltà, l’orgoglio è un’opinione molto alta che si ha del proprio valore personale a scapito della considerazione dovuta agli altri. Molte persone soffrono di questo; il re Nabucodonosor ne è un esempio (leggere Daniele 4:27-28). Avere un’opinione molto alta di noi stessi ci impedisce di avere considerazione per gli altri. L’orgoglio può indurci a credere che possiamo essere autosufficienti. Potrebbe portarci a considerare solo le nostre idee. Tale comportamento fa male agli altri, suscita sentimenti di odio, crea frustrazione e persino violenza. Un cristiano orgoglioso non può raggiungere un certo livello spirituale. La Bibbia dice che Dio resiste ai superbi (1 Pietro 5:5b). E se Dio ci resiste, possiamo perdere molte delle benedizioni che erano destinate a noi.

Curiosità degli occhi.

2 Samuele 11:2: Una sera Davide si alzò dal suo letto; e mentre camminava sul tetto della casa reale, vide da lì una donna che faceva il bagno, ed era molto bella nel suo volto.

Curiosità è avere un desiderio estremo di possedere qualcosa. Solo che in questo caso, Davide desiderava la moglie di un altro. Il suo caso mostra chiaramente che la concupiscenza degli occhi può portarci a follie omicide (leggere 2 Samuele 11). Non possiamo fare a meno di guardare perché è a questo che servono gli occhi. Ma non desideriamo con gli occhi ciò che non è destinato a noi. Questo può portarci allo stupro, al furto e nel caso estremo all’omicidio. Certamente i nostri occhi sono le lampade del nostro corpo. Ci illuminano. Ma dobbiamo distinguere tra ciò che ci appartiene e ciò che non ci appartiene, per non cadere nella trappola della concupiscenza degli occhi e quindi peccare contro Dio. Dobbiamo prendere misure urgenti e salutari con l’aiuto dello Spirito Santo contro la concupiscenza degli occhi, come la Bibbia ci consiglia attraverso questo versetto:

Matthew 5.29: Se il tuo occhio destro ti è d’inciampo, cavalo e gettalo via da te; perché è vantaggioso per te che una delle tue membra perisca, e che tutto il tuo corpo non sia gettato nell’inferno.

Covetousness of the flesh.

James 1:14-15: Ma ogni uomo è tentato quando è trascinato e sedotto dalla sua propria concupiscenza. Poi la lussuria, quando ha concepito, partorisce il peccato; e il peccato, essendo consumato, produce la morte.

La nostra carne ha i suoi propri desideri spesso guidati dai suoi cinque sensi (vista, udito, tatto, olfatto, gusto). Quindi, come figli di Dio, dobbiamo sapere che queste cose sono usate dal nemico come esca per allontanarci dalla volontà di Dio. E la Bibbia dice “camminate nello Spirito e non farete i desideri della carne”. “Se ci lasciamo governare dalla concupiscenza della nostra carne, finiremo nell’adulterio, nell’immoralità, in ogni tipo di cattiva dipendenza. Voler soddisfare ogni volta i molti desideri della nostra carne può addolorare lo Spirito Santo che vive in noi. Inoltre, la Bibbia ci dice che la carne ha desideri contrari a quelli dello Spirito. Ci chiede di non soddisfare i suoi desideri perché la concupiscenza della carne, quando ha concepito, fa nascere il peccato che porta alla morte. Se collaboriamo con lo Spirito Santo, possiamo farlo seguendo la voce di Dio.

Filippesi 4:8: Inoltre, fratelli, tutto ciò che è vero, tutto ciò che è onorevole, tutto ciò che è giusto, tutto ciò che è puro, tutto ciò che è bello, tutto ciò che è degno di approvazione, tutto ciò che è virtuoso e lodevole, sia oggetto dei vostri pensieri.

Il cristiano deve sempre ricordare che è nel mondo ma non del mondo. Non deve essere guidato dalla concupiscenza della sua carne, né dai suoi occhi. Non deve essere orgoglioso. Deve vivere dello Spirito che lo aiuta a condurre una vita di santità, gradita a Dio e che non lascia alcuna possibilità a Satana di avvicinarsi a lui.

Condividi l’articolo su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *