Lo zucchero fa male ai bambini come agli adulti?

Il gusto per i cibi dolci ha offerto un vantaggio evolutivo ai primi esseri umani, dice al Time Juliana Cohen, assistente professore di nutrizione al Merrimack College nel nord del Massachusetts e alla Harvard School of Public Health. In natura, i cibi dolci, come la frutta o il miele, tendono ad essere sicuri e ricchi di calorie, mentre i cibi amari sono più probabilmente tossici. La teoria scientifica prevalente, quindi, è che gli esseri umani sono nati con un desiderio intrinseco di cibi dolci che si affievolisce con l’età e l’esperienza del gusto. La nostra propensione a consumare meno zucchero con l’età è una buona cosa, dal momento che gli studi hanno collegato le diete ad alto contenuto di zucchero ai tassi di obesità, diabete di tipo 2 e malattie cardiache. Gli “zuccheri aggiunti” – quelli che i produttori aggiungono ai prodotti lavorati, al contrario di quelli naturalmente presenti nei cibi interi – sembrano essere particolarmente malsani. Gli U.S. Centers for Disease Control and Prevention (CDC) raccomandano che gli adulti limitino l’assunzione di zucchero a meno del 10% delle loro calorie giornaliere, e uno studio del 2014 di JAMA Internal Medicine ha scoperto che le persone che superano quel limite giornaliero aumentano il loro rischio di morte per malattie cardiache di almeno il 30%. Il CDC e le linee guida dietetiche per gli americani raccomandano che lo zucchero costituisca meno del 10% dell’apporto calorico giornaliero per i bambini, come per gli adulti. L’American Heart Association (AHA), nel frattempo, raccomanda che i bambini di due anni e più giovani non abbiano zucchero aggiunto nella loro dieta. Ma una ricerca presentata l’anno scorso dagli scienziati del CDC ha scoperto che il 60% dei bambini sotto i 12 mesi di età consuma zucchero aggiunto e che l’assunzione media giornaliera di zucchero aggiunto per i bambini da 1 a 2 anni varia da 5,5 a 7 cucchiaini, che è tra 23 e 29 grammi.Per i bambini più grandi, cioè da 2 a 18 anni, l’AHA dice che l’assunzione giornaliera di zucchero aggiunto non dovrebbe essere più di 25 grammi, che è circa 6 cucchiaini. La ricerca di Cohen ha dimostrato che i bambini piccoli che bevono bevande dolcificate con zuccheri aggiunti, così come i bambini nati da madri che hanno bevuto queste bevande durante la gravidanza, tendono ad avere risultati peggiori nei test di intelligenza e attitudine. Lo sciroppo di mais (spesso elencato come sciroppo di glucosio-fruttosio sulle etichette), un dolcificante che si trova in molte bevande zuccherate, così come in molti dolci industriali, può essere particolarmente dannoso. “Sembra che lo sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio può avere un impatto sulla funzione dell’ippocampo durante importanti periodi di sviluppo”, dice Cohen. L’ippocampo svolge un ruolo importante nell’apprendimento e nella formazione della memoria.Uno studio del 2018 della Purdue University ha scoperto che le bevande zuccherate come succhi di frutta, bibite e bevande sportive sono la principale fonte di zucchero nella dieta del bambino medio. Uno studio correlato del 2015 sulla rivista Nutrition ha scoperto che i bambini che consumavano soda, succo di frutta e altre bevande zuccherate tendevano a pesare di più di quelli che non lo facevano. Inoltre, quando alcuni dei bambini nello studio hanno scambiato i loro succhi di frutta zuccherati o le bibite con latte o acqua, il loro peso corporeo tendeva a diminuire. Altre ricerche hanno dimostrato che con l’aumento dell’assunzione di zucchero da parte dei bambini, è aumentato anche il loro rischio di ipertensione, malattie del fegato grasso e diabete di tipo 2. Lo scienziato dice che questo non vuol dire che le caramelle fanno male o che i bambini dovrebbero essere completamente privati dei dolci. “Lo zucchero in piccole dosi va bene, ma in porzioni normali”, dice. “Oggi, lo zucchero viene aggiunto agli alimenti molto più di quanto non fosse per le generazioni precedenti”, dice Jennifer Hyland, una dietista pediatrica alla Cleveland Clinic. “Se guardi le etichette degli alimenti, ti rendi conto che è difficile trovare cibi per bambini che non abbiano molto zucchero”. Gli yogurt per bambini, i cereali per la colazione, la salsa di mele, i dolci e i succhi di frutta tendono tutti a contenere zucchero aggiunto, dice. “I produttori sanno che più zucchero si aggiunge, più si compra”, dice il dottor Robert Lustig, un ricercatore di zucchero ed ex professore di pediatria ed endocrinologia all’Università della California, San Francisco. Lustig dice che i bambini tendono a non amare i cibi amari, acidi o salati. L’aggiunta di zucchero a questi alimenti aiuta a mascherare questi sapori. Per i genitori, la soluzione più semplice è evitare i cibi lavorati o confezionati. D’altra parte, frutta, verdura, latte o yogurt non zuccherato e altri alimenti interi che contengono naturalmente zucchero sono tutti alimenti sani per i bambini. Ma soprattutto, i bambini dovrebbero essere incoraggiati a bere acqua piuttosto che bevande zuccherate, che sono la più grande fonte di zucchero aggiunto.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *