Menu (Italiano)

Mentre siamo tutti consapevoli, della necessità di bere acqua più volte al giorno, siamo inconsapevoli, invece, delle conseguenze di bere troppo poco.

Nervosismo, pelle spenta e capacità intellettuali indebolite, ecco abbastanza per farti venire voglia di buttarti in acqua!”

Fatica:

La disidratazione, causa un rallentamento dell’attività enzimatica (proteina che catalizza una reazione biochimica) nel corpo, causando la fatica.

Riduzione delle prestazioni del cervello:

Uno studio è stato condotto nel 2011 presso l’Istituto di Psichiatria del King’s College di Londra, gli scienziati si sono resi conto che il cervello degli adolescenti che non bevevano acqua, aveva più difficoltà a risolvere un problema e a concentrarsi rispetto a quando gli stessi adolescenti erano correttamente idratati. Insomma, per rendere meglio nei tuoi studi o al lavoro, non esitare a bere molta acqua!

Asma e allergie:

ashme waterUn corpo disidratato, restringe le vie respiratorie per risparmiare acqua. Infatti, il livello di istamina prodotto dal corpo perde sempre più acqua.

(L’istamina è un’ammina naturale, che è una molecola di segnalazione, trasferisce informazioni al sistema immunitario della pelle, allo stomaco e al cervello dei vertebrati)

Problemi della pelle:

La disidratazione compromette l’eliminazione delle tossine da parte della pelle e la rende più vulnerabile a tutti i disturbi della pelle, tra cui psoriasi e dermatiti, oltre a rughe e scolorimenti.

È anche consigliabile, in caso di acne o per un colorito spento, questo gesto stimola gli organi di eliminazione come il fegato, i reni o anche l’intestino evitando così la comparsa di imperfezioni e ripristinando la luminosità della pelle. Un riflesso primordiale che deve però essere combinato con un rituale di bellezza adatto al tuo tipo di pelle.

Pressione sanguigna:

Il sangue è normalmente composto da circa il 92% di acqua quando il corpo è completamente idratato. Quando è disidratato, il sangue diventa più denso, il che causa resistenza al flusso sanguigno e porta alla pressione alta.

Colesterolo alto:

Quando il corpo è disidratato, produce più colesterolo per prevenire la perdita di acqua dalle cellule.

Problemi alla vescica o ai reni:

Con un corpo disidratato, l’accumulo di rifiuti acidi e tossine crea un ambiente in cui i batteri prosperano, rendendo la vescica e i reni più suscettibili di infezioni, infiammazioni e dolore.

Disturbi digestivi:

La mancanza di acqua e di minerali alcalini, come il calcio e il magnesio, può portare a una serie di disturbi digestivi, tra cui ulcere, gastrite e reflusso acido.

Constipazione:

Quando si finisce l’acqua, il colon è una delle aree principali del corpo per attingere acqua per fornire fluidi per altre funzioni essenziali del corpo. Senza abbastanza acqua, i rifiuti si muovono attraverso l’intestino crasso molto più lentamente o a volte per niente, con conseguente costipazione.

Dolore o rigidità delle articolazioni:

Tutte le articolazioni sono coperte da cartilagine che è composta principalmente da acqua.

Quando il corpo è disidratato, la cartilagine è indebolita e la riparazione delle articolazioni è lenta, portando a dolore e disagio.

Aumento di peso:

Quando le cellule sono disidratate, sono private di tutta l’energia che le rende inattive. Perciò le persone tendono a mangiare di più quando, in realtà, il corpo ha sete.

Uno studio del 2010 su 45 adulti dell’Istituto di salute pubblica e ricerca sull’acqua ha scoperto che bere due bicchieri d’acqua prima di ogni pasto consuma 75-90 calorie di ciò che si mangia e diminuisce l’appetito. Insomma, è consigliabile per chi vuole dimagrire favorire il consumo di acqua prima dei pasti.

I ricercatori stimano che nel corso di un anno una persona che ha aumentato il suo consumo di acqua di 1,5 litri al giorno avrà bruciato 17400 calorie in più, per una perdita di peso di circa 2,5 chili.

Invecchiamento precoce:

Quando si è cronicamente disidratati, gli organi del corpo, compresa la pelle che è il suo organo più grande, cominciano ad appassire prematuramente, come una pianta che non riceve acqua. L’elasticità della pelle è dovuta principalmente al suo livello di idratazione. Se bevi abbastanza acqua durante il giorno, la tua pelle guadagnerà elasticità, il che limiterà la comparsa di linee sottili e rughe.

Essere di cattivo umore:

L’acqua gioca anche un ruolo sull’umore! Uno studio del 2009 condotto alla Tufts University su una squadra di uomini e donne, con condizioni fisiche uguali, ha dimostrato che durante un’attività sportiva, i candidati che non bevevano acqua erano rapidamente stanchi, aggressivi, tesi e depressi. Se prendiamo un caso meno estremo come la vita quotidiana di una persona attiva, l’assenza di acqua durante il giorno può anche generare una sensazione di malumore e fastidio. Se vuoi essere più piacevole, più amichevole con il tuo prossimo, bevi… acqua, naturalmente!

In sintesi:

composizione dell'acqua del corpo

Composto in media dal 60 al 70% di acqua, il corpo umano non può assolutamente fare a meno di questo elemento che è essenziale per il suo buon funzionamento. Se il consumo di acqua è raccomandato per mantenere la linea e avere una bella pelle, è anche raccomandato per rimanere in buona salute. Infatti, l’acqua è un alleato essenziale per il corpo per eliminare le tossine e ridurre il rischio di cancro, attacchi di cuore e disfunzioni renali.

Lo sapevi?

I fattori che richiedono un maggior consumo di acqua sono: esercizio fisico, ambiente, malattie, gravidanza, allattamento.

In media un adulto perde circa 10 bicchieri d’acqua ogni giorno, solo respirando, sudando, urinando ed eliminando, i rifiuti.

Non esitare più fai un favore a te stesso, bevi…. acqua, naturalmente! ;), anche frizzante, è anche buona!”

Se ti è piaciuto questo articolo, sentiti libero e condividilo sui social network 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *