Morte di una persona cara e assicurazione: la via da seguire

La perdita di una persona cara è una prova angosciante che è talvolta aggravata da procedure amministrative complesse. Ecco cosa c’è da sapere sull’assicurazione vita, auto e casa per sistemare l’eredità senza problemi.

Polizze ereditarie e assicurative

Esecuzioni e assicurazioniL’esecutore testamentario, ora chiamato “liquidatore dell’eredità”, è la persona nominata dal defunto per amministrare l’eredità e assicurare che le sue ultime volontà siano eseguite. Il liquidatore deve consultare il testamento del defunto, redigere un inventario dei beni e dei debiti del defunto, pagare i creditori del defunto, pagare le tasse del defunto e consegnare i beni del defunto alla persona appropriata. Se non è stato nominato un liquidatore, questo compito è lasciato agli eredi del defunto. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, le polizze di assicurazione auto e casa non vengono automaticamente cancellate quando la persona assicurata muore, poiché la sua auto e la sua casa hanno ancora bisogno di protezione.

Assicurazione auto: disdire in caso di morte di una persona cara?

Se il defunto possedeva un veicolo, è possibile disdire la sua polizza di assicurazione auto in qualsiasi momento inviando una notifica di disdetta all’assicuratore. Tuttavia, è meglio non affrettare questo processo! Quando chiamate, l’assicuratore cambierà la polizza a nome dell’eredità. Per fare questo, dovrà fornire i documenti giustificativi: certificato di morte del defunto, atto notarile, ecc. Inoltre, anche se non viene guidato, il veicolo deve rimanere assicurato come richiesto dalla legge fino a quando l’eredità non viene liquidata. Infatti, il prossimo assicuratore potrebbe rifiutarsi di offrire copertura all’auto se non è stata assicurata per un certo periodo di tempo. Ricordate, l’esecutore testamentario o gli eredi devono continuare a pagare i premi assicurativi della polizza.
Se siete responsabili del patrimonio di una persona cara, sappiate che dovrete anche contattare la Société de l’assurance automobile du Québec per notificare la sua morte, cancellare la sua patente di guida e trasferire la proprietà del suo veicolo alla persona indicata nel suo testamento o a un potenziale acquirente. Se decidi di cancellare comunque la polizza di assicurazione auto del defunto, assicurati che l’assicuratore abbia ricevuto la notifica di cancellazione. Il contratto di assicurazione terminerà solo quando il documento sarà arrivato sano e salvo.

Assicurazione della casa: doveri dell’eredità

L’esecutore testamentario o gli eredi del defunto devono assicurarsi che la residenza del defunto rimanga in buone condizioni durante la liquidazione dell’eredità. La prima cosa da fare è avvisare l’assicuratore del defunto, che poi emetterà un permesso di vacanza, progettato specificamente per le case non occupate. L’assicuratore richiederà la documentazione di supporto: certificato di morte del defunto, atto di notorietà stabilito da un notaio, ecc. e metterà la polizza a nome dell’eredità. Così facendo, se c’è un creditore ipotecario sulla casa, saranno avvisati della morte automaticamente dall’assicuratore.
Mentre si aspetta che l’eredità sia sistemata, si raccomanda di proteggere la casa del defunto con visite regolari, mantenendo il riscaldamento al minimo per prevenire i danni dell’acqua e facendo la manutenzione dell’esterno. Affinché la casa sia coperta, però, l’esecutore testamentario o gli eredi devono continuare a pagare i premi assicurativi della polizza del defunto. Come per l’assicurazione auto, il contratto di assicurazione sulla casa può essere annullato in qualsiasi momento con una disdetta.

Assicurazione sulla vita: quali sono le scadenze?

Gli assicuratori sono obbligati a pagare le prestazioni previste dal contratto del defunto nei 30 giorni successivi al ricevimento dei documenti giustificativi richiesti: certificato di morte del defunto, atto notarile redatto da un notaio, documenti di identità del beneficiario o dei beneficiari, certificato di nascita dell’assicurato, ecc. Fornendo i documenti richiesti all’inizio del procedimento, la richiesta di assicurazione sulla vita andrà liscia. L’eredità riceverà anche il rimborso dei premi pagati in eccesso, se presenti, poiché il contratto di assicurazione termina al momento del decesso.

Assicurazione di viaggio: cosa fare in caso di decesso del tuo compagno di viaggio?

Utilizza il numero di telefono sul contratto di assicurazione del tuo compagno e contatta il servizio di assistenza che è accessibile in ogni momento. Se hai bisogno di occuparti del corpo del defunto, il servizio di assistenza della tua assicurazione di viaggio può aiutarti in questo processo. L’assicuratore coprirà anche le spese direttamente legate alla preparazione e al ritorno del corpo o le spese di sepoltura o di cremazione in loco. È sempre una buona idea dare una copia della sua polizza di assicurazione di viaggio al suo compagno di viaggio.

Bene a sapersi!

Quando si fa una richiesta di risarcimento a un assicuratore della vita e della salute in relazione a un decesso o a un incidente che causa la perdita dell’uso di un arto (per esempio, la perdita di una gamba), generalmente non è necessario dichiarare tutte le polizze assicurative detenute dalla persona ferita o deceduta. Infatti, è possibile ricevere importi assicurativi da diversi contratti contemporaneamente per l’evento in questione.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *