MyGB.eu (Italiano)

Modifica: Questo metodo ha un difetto, causa disconnessioni sul livello IPv4 di alcuni secondi. ho provato a ricompilare ebtable_broute, ma senza successo. Sto ancora cercando.

Questo era molto più facile ai tempi in cui avevi solo un Freebox, ma quella scatola nera e non modificabile non era di tuo gradimento, e hai comprato un router meraviglioso che hai prontamente flashato con un DD-WRT. Sfortunatamente, hai perso IPv6, e dato che sei consapevole della carenza di IPv4, ti piacerebbe una soluzione.

Per quello che segue, spero che tu abbia bisogno di una versione che supporti IPv6, ovviamente.

Piccola precisazione, so che ci sono diverse guide per mettere IPv6 di Free sul proprio DD-WRT, tuttavia, le versioni evolvono e le manipolazioni non sono esattamente le stesse.

Vai alla pagina di configurazione del tuo router, nella scheda “Administration”, cerca “IPv6 support” e “JFFS2 support”.

DD-WRT IPv6

Controlla le due caselle, premi il pulsante “apply”. Se al riavvio del router, nella stessa pagina, il valore di Total/Free space è zero o non sarete in grado di accedere nel resto dell’articolo alla cartella /tmp, fate selezionare “Delete HFFS2”.

Cosa è cambiato: il supporto IPv6 è abilitato, su Windows con ipconfig o su Linux con ifconfig/ip -6 addr show, un indirizzo IPv6 “local link” (fe80::). Ma ehi, sei in IPv6!!!

In seguito, ti ho fatto abilitare il supporto JFFS2, questo permetterà di utilizzare un piccolo spazio (sotto forma di una partizione) di memoria disponibile sul router.JFFS2 è un file system (proprio come FAT, NTFS, ext2…La dimensione di questa memoria varia a seconda dell’hardware del router.

DD-WRT IPv6

Per il prossimo passo, dovremo collegarci al router con SSH. Assicurati che nella scheda “Services” il demone (SSHd) sia abilitato.

Se tutto è pronto e funzionante, accedi all’IP del gateway con il nome utente “root” e la password che hai impostato quando hai avviato il router.

Vai alla directory /tmp/

Scarica in essa (con wget direttamente o tramite un trasferimento SCP) il modulo ebtable_broute.o su questa pagina (che mi ha aiutato molto a far funzionare IPv6) o direttamente qui. Controllare l’integrità del file: MD5 19A6DBAB923F99BE3A1789FD629D5E71,SHA1 A790F53D22D6C6FFD8F85D5BE1FA0DB77635308F

I comandi da fare sono:

insmod ebtablesinsmod /tmp/ebtable_broute.o

Allora fai attenzione, questo può cambiare a seconda dei router e delle installazioni, è necessario che l’interfaccia annotata qui in grassetto sia quella della tua WAN (cioè quella collegata a Internet/Freebox).

Per essere sicuro, due soluzioni, o guardi l’interfaccia che ha il tuo IP esterno con ifconfig o nella pagina di configurazione del tuo router, vai su “Configuration” poi “Virtual LAN” e guarda quale interfaccia è assegnata alla porta WAN:

DD-WRT IPv6

brctl addif br0 vlan2ebtables -t broute -A BROUTING -i vlan2 -p ! ipv6 -j DROP

Aspetta un minuto, non c’è bisogno di riavviare, riavvia la scheda di rete del tuo PC (rinnovo).

Se vedi un IPv6 che è disponibile e vedi latortue muoversi su Kame.net tutto è buono.

Puoi mettere uno script di autostart.Vedi qui per metterlo sulla partizione JFFS2.

Nota: potresti aver visitato questa pagina che offre un altro metodo per le connessioni IPv6 native, tuttavia, da un lato, il demone radvd non si lancia bene da me, devi lanciarlo manualmente (radvd -C /tmp/radvd.conf). D’altra parte, anche se si inserisce il prefisso giusto e si riceve un IPv6, non c’è connessione: i pacchetti non passano attraverso il router.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *