Plaisirs du Potager (Italiano)

Per gli amanti delle buone verdure, non è ancora tempo di mettere via gli attrezzi. A maggio, l’orto è pronto per la maggior parte delle piantine, si possono piantare in terra barbabietole, porri, cavoli, zucchine, sedano, lattuga, fagioli, zucche, indivie, rape o ravanelli. Così potete già immaginare alcune ricette gustose. E che dire della regina dell’estate, vi chiederete? L’essenziale pomodoro da giardino, che sublima la cucina estiva e incanta i nostri piatti, non può mancare nell’orto.

Quindi, se non avete ancora preparato le vostre piantine, nulla è perduto, a condizione che non ritardiate. Si possono effettivamente mettere le piantine in terra, fino a metà maggio, dopo le ultime gelate, ma non molto di più, quindi è il momento di iniziare. Tranne se è in arrivo un periodo molto piovoso, allora è meglio rimandare la semina.

Tra freschezza e sole

Scegliete un posto soleggiato su un terreno drenante. Scavare buche profonde circa 20 centimetri e piantare in una miscela di terriccio, compost e un po’ di sabbia fine. Interrare uno stelo, innaffiare e coprire con terra, senza imballare per evitare di schiacciare le radici.

L’ideale è distanziare le piante di circa sessanta centimetri e le file di 70-80 centimetri. Pacciamare per prevenire le erbacce e conservare l’umidità nel terreno, molto importante per le radici. Annaffiare regolarmente ma non eccessivamente, perché le foglie sono sensibili alla muffa. Il pomodoro è felice quando i suoi piedi sono freschi e la sua testa è al sole. Con alcune cure quotidiane (potatura, picchettamento, rimozione delle foglie…), si può sperare di raccogliere e godere in agosto.

Pratico, soprattutto quando si decide un po’ tardi, le piante comprate nei negozi possono essere abbastanza costose, fino a 4 euro al pezzo e la scelta delle specie è un po’ limitata. È un peccato, perché i pomodori offrono una vasta gamma di forme e sapori. Quindi, il prossimo anno, preferite i semi per fare le vostre piantine in inverno, la scelta è incomparabile e coltivare diverse varietà è un vero piacere.

Poca attenzione, molto divertimento

Puoi iniziare con una cosa sicura, il gustoso “Beefheart”, uno dei preferiti dai giardinieri, o scoprire il pomodoro “Andine”, una varietà resistente, precoce e produttiva con polpa soda, dolce e profumata, da 3 a 6 kg per pianta.

A tua disposizione per esplorare il mondo dei pomodori con gusti così diversi. Il nemico del pomodoro è la muffa, il fungo che prospera quando l’umidità è alta e fa marcire la pianta e il frutto. Per combattere questo flagello, i pomodori possono essere protetti con gonne di plastica perforate, che non risolvono tutti i problemi ma possono evitare di rovinare il raccolto.

Un’altra risorsa del giardiniere per promuovere una buona crescita dei pomodori è l’ortica. In foglie e steli secchi sul fondo della buca quando si pianta, o come pacciame, nutrirà la pianta per aiutarla a combattere contro le aggressioni.

La coltivazione del pomodoro non è complicata anche se richiede molta osservazione e attenzione costante. Gli piace essere ammirato e coccolato. Raccogliere pomodori belli e buoni è una vera gioia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *