Renee Zellweger si assume la responsabilità della sua chirurgia plastica e risponde alle critiche

Accusata dai media di aver fatto ricorso al bisturi, Renee Zellweger ha voluto chiarire la situazione con un op-ed pubblicato sull’Huffington Post sabato. “Nell’ottobre 2014, un giornale scandalistico ha scritto che probabilmente mi ero rifatta gli occhi (…) Era solo un articolo tra i tanti della montagna di oscenità che si trovano quotidianamente in questo tipo di riviste, con i loro titoli piccanti”, ha denunciato l’attrice di Bridget Jones.

“Ho deciso di cambiare il mio viso e di sottopormi a un intervento di chirurgia plastica agli occhi (…) Il fatto che giornalisti seri ne abbiano parlato e che sia diventato un argomento di conversazione illustra la confusione tra notizie e intrattenimento, e l’ossessione della società per il look”, ha aggiunto la star di Hollywood.

“Amiamo guardare l’umiliazione”

E Renee Zellweger confida, rivolgendosi non ai media, ma ai lettori: “Forse possiamo chiederci perché ci piace tanto guardare l’umiliazione di persone che vengono criticate per il loro aspetto o la loro personalità. “L’attrice comica castiga anche i titoli dei giornali che mostrano “è troppo magra, troppo grassa, è invecchiata…”

“Il messaggio risultante è problematico per le giovani generazioni e per coloro che sono impressionabili. Genera una miriade di altri problemi legati alle norme, ai pregiudizi, all’uguaglianza, all’auto-accettazione, alle molestie e alla salute”, ritiene l’attrice, prima di concludere: “Forse potremmo concentrarci di più sulle vere questioni in gioco, e su come risolverle”. “

>> Leggi anche “Bridget Jones 3”: Renee Zellweger torna e (un po’) cambia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *