State Street Subway (Italiano)

La State Street Subway faceva parte del piano di sviluppo della metropolitana di Chicago introdotto negli anni trenta per riqualificare il trasporto pubblico nel centro città e limitare il traffico sull’Aerial Loop e per creare un nuovo percorso nord-sud.

La costruzione fu finanziata dal programma New Deal istituito durante la Grande Depressione dal presidente Roosevelt e che assegnava fondi federali per i cosiddetti miglioramenti civici alle città americane.

Il portale Willow, uscita nord dalla metropolitana di State Street

Il portale Cermak, uscita sud della metropolitana di State Street

Washington Station chiuso nel 2006

Ingresso tipico delle stazioni sul State Street Subway nel Loop

Chicago Station vicino al John Hancock Center

Nel 1937 la città di Chicago ha approvato il prestito per la costruzione di due tunnel della metropolitana, il primo sotto State Street e il secondo sotto Milwaukee Avenue e Dearborn Street.

Sabato 17 dicembre 1938, la città di Chicago ruppe ufficialmente la terra per la metropolitana di State Street. Il primo colpo di terra suona all’incrocio di State Street e Chicago Boulevard.

Il tunnel è stato sepolto nel suolo di Chicago ad una profondità di più di 50 piedi per poter utilizzare la tecnica del tunnel boring machine in tutto il cantiere.

La metropolitana di State Street, ispirata alle tecniche londinesi, è composta da due tubi, uno per ogni corsia di traffico. Per passare sotto il fiume Chicago, un tubo d’acciaio di 61 metri fu costruito in un cantiere navale di Chicago prima di essere calato in una trincea nel letto del fiume e collegato all’interno dei tunnel della metropolitana costruiti lungo le rive del fiume Chicago nell’autunno del 1939. Le uniche sezioni costruite su base cut-and-cover erano le stazioni aperte lungo il percorso.

Al contrario della Milwaukee-Dearborn Subway, non ci furono ritardi e dopo cinque anni di costruzione, la prima metropolitana sotterranea di Chicago era pronta a entrare in funzione.

La città tenne la sua grande apertura il 16 ottobre 1943, sotto gli auspici del sindaco di Chicago Edward Joseph Kelly, e il primo servizio commerciale iniziò il giorno successivo.

Il 31 luglio 1949, due anni dopo l’acquisizione della Chicago Transit Authority, la State Street Subway fu collegata a nord alla North Side Main Line fino a Howard e alla Englewood Branch e Jackson Park Branch a sud (l’attuale sezione della Green Line).

Il 13 aprile 1992, durante i lavori di ristrutturazione del Kinzie Street Bridge, furono messi nuovi piloni nel fiume Chicago. Durante questi lavori, il tunnel sotto State Street situato sotto il fiume si aprì, permettendo a più di 250 milioni di galloni di acqua di riversarsi nella metropolitana di Chicago e nei sotterranei degli edifici vicini.

Il traffico della metropolitana è stato immediatamente fermato e, per permettere le riparazioni necessarie, sono state chiuse diverse chiuse del fiume Chicago.

Con il lavoro completato ci sono voluti altri tre giorni per pulire i binari e rimettere in servizio la metropolitana.

Finalmente, la città si è assunta la responsabilità della manutenzione dei tunnel, e sono state installate botole a tenuta stagna.

La metropolitana ha ripreso il servizio il 28 aprile 1992, diciotto giorni dopo l’inondazione.

Il 21 febbraio 1993, la Chicago Transit Authority ha cambiato il servizio. Ha chiamato la linea con il colore rosso e ora ha deviato i treni a sud di Roosevelt alla 95/Dan Ryan mentre l’ex servizio South Side Main Line è stato assegnato alla Green Line. L’intera linea rossa funziona 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Il 21 marzo 1996, Lake Station apre ufficialmente per fornire una connessione al Loop a State/Lake Station. Non ufficialmente, la fermata di Lake era già in funzione da molti anni, ma alternata con Washington a seconda del momento della giornata (soprattutto nelle ore di punta).

Il 23 ottobre 2006, Washington Station ha chiuso come parte della riqualificazione del collegamento con la Blue Line e un futuro servizio espresso per l’aeroporto O’Hare. Il progetto chiamato Block 37 non vedrebbe la luce fino al 2016 secondo il sindaco Richard M. Daley in un’intervista dell’ottobre 2010 al Chicago Tribune.

Mappa della metropolitana di State Street

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *