Statunitense arrestato per aver confinato e reso 3 prostitute sue schiave sessuali


Un ragioniere di 53 anni è stato arrestato venerdì scorso con l’accusa di traffico di esseri umani di prostitute.

È stato nel 2013 che Timothy D, un ragioniere di 53 anni, ha incontrato tre donne contattate tramite un sito web dove vendevano il loro fascino. Gainesville.com rivela che l’uomo ha filmato il suo amore con queste prostitute e ha postato i nastri sul web.

Ha poi fatto da pappone a queste lavoratrici del sesso, fornendo loro trasporto e camere d’albergo per le loro attività. Timothy D. raccoglieva i soldi guadagnati dalle prostitute e li pagava in cocaina. Una denuncia lo accusava di monitorare le donne con telecamere nascoste nella sua casa. Tracciava anche i loro movimenti con il GPS incorporato nei loro telefoni e le chiamava quando entravano in aree che non gli piacevano.

Ha fatto delle prostitute le sue schiave del sesso

E per impedire loro di scappare, Timothy D. aveva messo delle trappole in casa sua e minacciato le prostitute con le armi. Nel dicembre 2013, una di loro si farà avanti alle autorità sostenendo di aver trovato un video di lei che viene violentata dal suo rapitore. Quest’ultimo sarà arrestato e poi rilasciato dalla prigione della contea di Alachua su cauzione di 250.000 dollari.

Lo scorso aprile, Timothy D. è stato nuovamente arrestato per possesso di cocaina e armamentario per droghe. Sarebbe stato rilasciato il mese successivo solo per essere nuovamente arrestato venerdì scorso. Martedì 10 giugno è stata confermata un’ulteriore detenzione con l’accusa di traffico di esseri umani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *