Telemedicina o visita di persona? Pro e contro

Recensito da Emily Henderson, BSc.Oct. 27, 2020

Quando COVID-19 ha preso piede a marzo, i medici statunitensi hanno limitato gli appuntamenti di persona – e molti pazienti li hanno evitati – per paura dell’infezione. Il risultato è stato un drammatico aumento del volume delle visite mediche e comportamentali a distanza.

Medici, ospedali e fornitori di salute mentale in tutto il paese hanno riportato un aumento da 50 a 175 volte nel numero di visite virtuali, secondo un rapporto di maggio della società di consulenza McKinsey & Co.

L’impennata alimentata da COVID si è attenuata con il ritorno dei pazienti dai medici. Ma i professionisti medici e gli esperti di salute prevedono che quando la pandemia sarà finita, la telemedicina giocherà ancora un ruolo molto più grande di prima.

Gli studi mostrano che la soddisfazione dei pazienti con la telemedicina è alta. E per i medici che prima erano scettici sulle cure a distanza, la necessità è stata la madre dell’invenzione.

“Ci sono ancora alcuni Tommaso dubbiosi, ma ora che abbiamo gestito le nostre pratiche in questo modo per tre mesi, la gente ha imparato che è molto utile”, dice il dottor Joseph Kvedar, presidente della American Telemedicine Association e un dermatologo praticante che insegna alla Harvard Medical School di Boston.

Per i pazienti, i benefici della telemedicina sono ovvi: di solito si può ottenere un appuntamento prima, nella sicurezza della propria casa o del posto di lavoro, risparmiando tempo e denaro per la benzina e il parcheggio – in alcuni casi, anche evitando di perdere il salario per aver perso il lavoro.

James Wolfrom, un 69enne dirigente postale in pensione a San Francisco, ha avuto appuntamenti sanitari virtuali da quando la pandemia è iniziata. Gli piacciono particolarmente le visite video.

“È come essere nella stanza con il medico, con tutti i vantaggi e nessuno degli svantaggi di dover portare il mio corpo alla struttura”, dice Wolfrom, che ha il diabete di tipo 2. “Anche dopo la pandemia, preferisco fare la videoconferenza che entrare. “

La telemedicina fornisce anche assistenza alle persone nelle zone rurali che vivono lontano dalle strutture mediche.

La crescita delle cure virtuali è stata facilitata dai cambiamenti nelle regole di emergenza COVID-19 di Medicare, tra cui uno che rimborsa i medici per la telemedicina allo stesso tasso delle cure in persona per una lista estesa di servizi. I regolatori statali e i piani sanitari commerciali hanno anche allentato le loro politiche di telesalute.

In California, il Department of Managed Health Care, che regola i piani sanitari che coprono la maggior parte dei residenti assicurati dello stato, sta richiedendo ai piani commerciali e alla maggior parte dei piani di assistenza gestita Medi-Cal durante la pandemia di pagare i fornitori di telesalute alla pari con gli appuntamenti regolari e limitare la condivisione dei costi da parte dei pazienti non più di quanto avrebbero pagato per le visite di persona. A partire dal 1° gennaio, una legge statale – AB-744 – lo renderà permanente per i piani commerciali.

Cinque altri stati – Delaware, Georgia, Hawaii, Minnesota e Nuovo Messico – hanno già leggi sulla parità di retribuzione, secondo Mei Wa Kwong, direttore esecutivo del Center for Connected Health Policy. Lo stato di Washington ne ha uno che inizierà anche il 1 gennaio.

Se programmate un appuntamento di telemedicina, assicuratevi di chiedere al vostro piano sanitario se è coperto e quale sarà l’importo di co-pagamento o coassicurazione. L’appuntamento può essere fatto attraverso il vostro fornitore di rete o una società di telemedicina con cui il vostro assicuratore ha un contratto, come Teladoc, Doctor On Demand o MD Live.

Potete anche contattare una di queste società direttamente per un appuntamento medico se non avete l’assicurazione, e pagare tra i 75 e gli 82 dollari per una visita medica regolare.

Se sei uno dei 13 milioni di californiani iscritti a Medi-Cal, il programma statale Medicaid, puoi ottenere servizi di telemedicina a poco o nessun costo.

Grandi studi medici e sistemi sanitari hanno in genere le loro piattaforme di telemedicina. In altri casi, il vostro fornitore può utilizzare una piattaforma disponibile al pubblico come FaceTime, Skype o Zoom. In tutti i casi, avrete bisogno di accedere a un computer portatile, tablet o smartphone – tuttavia, per una conversazione telefonica, una linea fissa o un semplice telefono cellulare sarà sufficiente.

Gli smartphone con buone fotocamere possono essere particolarmente utili nella telemedicina, in quanto le foto ad alta risoluzione possono aiutare i medici a vedere alcuni problemi medici più chiaramente. Per esempio, una foto da una buona fotocamera per smartphone di solito fornisce abbastanza dettagli per un dermatologo per determinare se un neo ha bisogno di ulteriore attenzione, ha detto Kvedar.

App relativamente poco costose e strumenti domestici consentono di misurare la propria pressione sanguigna, la frequenza del polso, la saturazione di ossigeno e lo zucchero nel sangue. È una buona idea monitorare i tuoi segni vitali e avere i numeri pronti prima di iniziare una visita virtuale.

Siate consapevoli che una visita a distanza non è appropriata per ogni situazione. Nel caso di una ferita grave, un forte dolore al petto o un’overdose, per esempio, si dovrebbe chiamare il 911 o andare al pronto soccorso il più presto possibile.

Le visite virtuali non sono raccomandate anche in altri casi in cui il medico ha bisogno di metterti le mani addosso.

Wolfrom ha avuto solo poche visite sanitarie in persona quest’anno, compresa una con un podologo che controlla i suoi piedi ogni sei o dodici mesi per la neuropatia legata al diabete. “Questo può essere fatto solo quando sei nella stanza e il podologo sta toccando e sentendo i tuoi piedi”, dice Wolfrom.

Le visite di persona sono generalmente migliori per i bambini piccoli. I bambini hanno spesso bisogno di vaccinazioni, ed è più facile per i medici monitorare la loro crescita e lo sviluppo di persona, dice il dottor Dan Vostrejs, un pediatra al Santa Clara Valley Medical Center di San Jose.

In generale, la telemedicina è efficace nei casi che in genere ti manderebbero in una clinica di assistenza urgente, come lesioni minori o sintomi simili all’influenza, tra cui febbre, tosse e mal di gola.

È anche sempre più utilizzata per i follow-up post-chirurgici. La telemedicina può essere una manna per i pazienti geriatrici o disabili con mobilità limitata. Ed è un gioco da ragazzi per la cura della salute mentale, che è per lo più parlare comunque.

Tra i più grandi adottanti della telemedicina ci sono i medici specialisti che trattano condizioni croniche come il diabete, l’ipertensione, le malattie cardiovascolari e l’asma, dice il dottor Peter Alperin, un internista a San Francisco e vice presidente di prodotto a Doximity, una sorta di LinkedIn per i professionisti della sanità.

I fornitori possono monitorare i segni vitali dei pazienti a distanza e discutere i risultati di laboratorio, la dieta, i farmaci e qualsiasi sintomo in una video chat o conversazione telefonica. “Se vedi qualcosa che non va, puoi portarlo nel tuo ufficio”, dice Alperin, aggiungendo che è “una forma migliore di triage”

Ma la telemedicina ha alcuni seri inconvenienti. Per prima cosa, l’impostazione meno formale può permettere ad alcune pratiche mediche di routine di scivolare attraverso le crepe.

Nel secondo trimestre di quest’anno, la pressione sanguigna è stata registrata nel 70% delle visite mediche rispetto a circa il 10% delle visite di telemedicina, secondo uno studio pubblicato all’inizio di questo mese.

Elsa Pearson, una residente di Dedham, Massachusetts, aveva un appuntamento medico in programma a marzo, che è stato sostituito da una telefonata a causa del blocco indotto dalla pandemia.

“Onestamente, è stato l’appuntamento più efficiente della mia vita”, dice Pearson, 30. li ha fatti. “

Forse la più grande insidia della telemedicina è la perdita di un rapporto medico-paziente più intimo e prezioso.

In un recente saggio, il dottor Paul Hyman, un medico del Maine, ha riflettuto sulle volte in cui una scoperta inaspettata durante un esame di persona può aver salvato la vita di un paziente: “La scoperta di un neo irregolare, una massa dei tessuti molli, o un nuovo soffio – non dimentico questi casi, e non credo che lo facciano neanche i pazienti.

Kaiser Health NewsQuesto articolo è stato ristampato da khn.org con il permesso della Henry J. Kaiser Family Foundation. Kaiser Health News, un servizio di notizie editorialmente indipendente, è un programma della Kaiser Family Foundation, un’organizzazione di ricerca sulla politica sanitaria apartitica e non affiliata a Kaiser Permanente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *