Terapia Craniosacrale


Secondo la Fondazione J.E. Upledger

Il movimento è vita!

*Che cos’è la Terapia Craniosacrale (CST)
La CST è un metodo terapeutico con l’obiettivo di facilitare l’autoregolazione del corpo attraverso tecniche manuali delicate. Aiuta il CORPO e la MENTE a liberare le tensioni inscritte da traumi fisici ed emotivi. È un approccio globale e dinamico che accompagna la persona nella ricerca del benessere, permette alla persona di scoprire se stessa ascoltando ciò che accade nel suo cuore.

La Terapia Craniosacrale Somato-Emozionale (SER) è la parte della terapia craniosacrale in cui avviene il rilascio dei blocchi di origine emotiva/energetica – rilascio attraverso la comunicazione cosciente con te e il tuo corpo.

Più info: https://craniosacree.be/therapie-cst/#exemples

Come? “Risvegliare la memoria del corpo”

Cause fisiche, emotive ed energetiche possono causare blocchi nel nostro corpo e limitarci nella nostra relazione con il mondo. Le informazioni relative sono immagazzinate nella nostra memoria tissutale e possono essere risvegliate attraverso il contatto terapeutico.

Dove la mobilità interna del corpo è limitata, il terapeuta metterà le sue mani con precisione e delicatezza. Con questo tocco e una comunicazione verbale, accompagna il paziente ad essere in contatto con il suo sentire profondo e facilita così la comunicazione tra lo PSICO (conscio/inconscio), l’EMOZIONE e il CORPO del paziente. Quest’ultimo può così entrare in contatto con la sua “conoscenza interiore”.

*Da dove viene la terapia craniosacrale?

Il dottor John Upledger (1975) ha sviluppato la terapia craniosacrale a partire dall’osteopatia, basandosi sulle stesse basi anatomico-fisiologiche, integrando i principi fondamentali della psicologia umanistica (Carl Rogers). Ha concepito un concetto brillante. Ottimo perché è un approccio olistico, pratico e semplice nella sua applicazione, in cui corpo e mente sono messi in comunicazione nello stesso approccio terapeutico.

Condividi:

WordPress:

Mi piace caricare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *