TLFi (Italiano)

THYMUS, masc. subst.

ANAT. Un organo embrionale nel torace anteriore, anteriore alla trachea e ai grandi vasi, costituito da due lobi, che diminuisce di volume dopo il secondo anno di vita. Ruolo, fisiologia del timo; patologia, tumori del timo; timo di agnello, vitello (sinon. ris3). Abbiamo incontrato (…) timi anormali per la loro persistenza e il loro volume in pazienti tubercolari e sifilitici (Prat. médico-chir,Paris, Masson, vol. 6, 1907, pp. 450-451).Il timo, formato nel neonato e nel bambino piccolo da 2 lobi appiattiti che sovrastano in alto lo sterno, si atrofizza con il progredire dell’età (G. Gerard, Anat. hum., 1912, p. 120).

REM. 1.

Timectomia, subst. fem.,chir. Rimozione totale o parziale del timo. Molti autori hanno affermato la sua natura endocrina; Comsa, nel 1950, ha addirittura annunciato la scoperta dell’ormone timico. Selye, nel 1948, non ha osservato cambiamenti significativi coerenti sia dopo la timectomia che dopo l’iniezione di estratti timici (Bariéty, Coury, Hist. med., 1963, p. 777).
Timina, sost. fem., biochimica. Una base derivata dalla pirimidina, isolata per la prima volta dal timo, che entra nella formazione delle cellule nucleiche. I rapporti delle quantità di adenina e timina sono detti vicini a 1 (Privat de Garilhe, Acides nucl., 1963, p. 99).

Prononc. e Orth. Att. ds Ac. dep. 1878. Etymol. and Hist. 1541 (Loys Vassee. – P. Med., 57, 579 ds Quem. DDL t. 1). Parola del lat. med., transcr. dal gr. θ υ μ ο ́ ς “crescita carnosa”. Bbg. Quem. DDL t. 5 (s.v. timina). – Steudel (J.). Timo. In: . Stoccarda, 1968, pp. 381-384.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *